Torna a Eventi FPA

partner

Microsoft

Microsoft Italia è parte integrante e attiva dell’area Western Europe di Microsoft, leader mondiale nel software, nei servizi e nelle tecnologie internet per la gestione delle informazioni di persone ed imprese. Fondata nell'ottobre del 1985, la filiale italiana è presente sul territorio italiano con tre sedi principali, a Milano, Roma e Torino. Conta oltre 850 dipendenti e 25mila aziende partner. E’ anche grazie a loro che l’azienda è diventata una delle protagoniste dell'evoluzione informatica e dello sviluppo del nostro paese, accompagnando milioni di imprese e individui verso l'innovazione tecnologica. In particolare, Microsoft Italia ha attivato numerosi programmi volti a sensibilizzare aziende e consumatori sui benefici derivanti dalle soluzioni cloud computing.
Consapevole del proprio ruolo di leader tecnologico, Microsoft sostiene attivamente il processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione in Italia, condividendo gli obiettivi e le priorità dell’Agenda Digitale e mettendo a disposizione della PA competenze, risorse, specialisti ICT e soluzioni all’avanguardia, in modalità cloud e tradizionale. Microsoft desidera favorire con responsabilità e attraverso soluzioni tecnologiche innovative l’aumento della produttività del comparto, impegnandosi attivamente nel cercare di tradurre in realtà le promesse dell’eGovernment e dell’eHealth. L’offerta Microsoft e dei suoi partner fornisce agli enti pubblici una serie di soluzioni basate su standard aperti, in grado di migliorare i loro rapporti con i cittadini e le imprese del territorio e di risolvere le più complesse sfide dell’innovazione della pubblica amministrazione.

 


E' partner di

martedì, 23 maggio 2017

11:00
13:30

Innovazione tecnologica e sostenibilità dello sviluppo[sc.07]

Sala: Sala 10

La sostenibilità e l’equità di uno sviluppo che si traduca in maggiore benessere per i cittadini e le comunità locali non può prescindere da una parte da un incremento della produttività del lavoro che produca crescita e con essa occupazione, dall’altra dalla disponibilità e qualità dei servizi di base (mobilità, istruzione, mobilità) e di quelle condizioni di contesto (ambiente, cultura, ricchezza relazionale). L’innovazione tecnologica può essere fattore determinante per abilitare queste opportunità in un momento di crisi della finanza pubblica: essa permette infatti di creare valore e di fare di più con meno.  

martedì, 23 maggio 2017

14:00
17:00

Work Flow Management per la trasparenza[tl.02]

Sala: Sala Microsoft

Nell’ambito del tema guida di questa edizione di FORUM PA, rispetto al ruolo che le amministrazioni pubbliche possono e debbono avere nella costruzione di uno sviluppo economico e sociale che garantisca benessere equo e sostenibile, l’interlocuzione tra Cittadini e Amministrazioni, attraverso le tecnologie digitali, assume un ruolo strategico nel rafforzare e ricostruire un rapporto di fiducia che si basi sulla capacità della PA di accogliere domande e fornire risposte personalizzate in modo coerente con i tempi e le modalità che sono ormai sempre più diffuse nei nostri territori.


In tale contesto, proprio per avviare questo percorso, si inserisce il tavolo di lavoro “Work Flow Management per la trasparenza” che non è un convegno classico ma una riunione riservata tra pari ed esperti del settore focalizzata su alcuni aspetti di rilevanza strategica:
•Quali sono ad oggi i problemi e le criticità legate ad una corretta integrazione tra i flussi documentali interni ed esterni all'Ente pubblico per garantire la trasparenza dell’atto amministrativo?
•Il tracking del documento può rappresentare un elemento di accountability dell'Amministrazione nei confronti del cittadino?
•Come renderlo un processo strutturato e replicabile in tutte le aree funzionali dell'Ente?

L'evento è riservato, per inviare una richiesta di partecipazione scrivere a segreteriaconvegni@forumpa.it indicando la funzione, l'ente di appartenenza e il titolo del workshop.

martedì, 23 maggio 2017

14:00
17:00

Comunicazione digitale per un ascolto attivo del cittadino[tl.01]

Sala: Sala Microsoft

Nell’ambito del tema guida di questa edizione di FORUM PA, rispetto al ruolo che le amministrazioni pubbliche possono e debbono avere nella costruzione di uno sviluppo economico e sociale che garantisca benessere equo e sostenibile, l’innovazione della relazione tra Cittadini e Amministrazioni assume un ruolo strategico nel trovare risposte concrete alle esigenze del cittadino e nel rafforzare un rapporto di fiducia che si basi sulla capacità della PA di accogliere domande e fornire risposte personalizzate in modo coerente con i tempi e le modalità che sono ormai sempre più diffuse nei nostri territori.

La buona informazione al cittadino è il primo step per l’utilizzo consapevole ed efficace dei servizi: per la PA ciò significa investire sul processo di costruzione e trasferimento delle informazioni al fine di risparmiare risorse rispondendo alle esigenze dei cittadini.

In tale contesto, proprio per avviare questo percorso, si inserisce il tavolo di lavoro “Comunicazione digitale per un ascolto attivo del cittadino” che non è un convegno classico ma una riunione riservata tra pari ed esperti del settore con l’obiettivo di individuare e definire potenzialità comuni:

•Quali sono ad oggi gli strumenti di interazione tra Pubblica Amministrazione, cittadini ed imprese? quali i modelli?
•Come sviluppare servizi digitali che garantiscano una reale user experience al fine di avvicinare e non allontanare quei cittadini che hanno scarsa familiarità con interfacce digitali?
•Come avvicinare l'amministrazione dal cittadino e non viceversa (attraverso il principio di prossimità)?

L'evento è riservato, per inviare una richiesta di partecipazione scrivere a segreteriaconvegni@forumpa.it indicando la funzione, l'ente di appartenenza e il titolo del workshop.

mercoledì, 24 maggio 2017

09:30
11:30

Priorità Cybersecurity (Tavolo di lavoro Executive)[co.14_executive]

Sala: Sala 11

Nel recente passato si è assistito ad una rapida evoluzione della minaccia cibernetica ed in particolare per quella incombente sulla pubblica amministrazione, che è divenuta un bersaglio specifico per alcune tipologie di attaccanti particolarmente pericolosi. Se da un lato la PA continua ad essere oggetto di attacchi dimostrativi, provenienti da soggetti spinti da motivazioni politiche ed ideologiche, sono divenuti importanti e pericolose le attività condotte da gruppi organizzati, non solo di stampo propriamente criminale. Nei fatti le misure preventive, destinate ad impedire il successo dell’attacco, devono essere affiancate da efficaci strumenti di rilevazione, in grado di abbreviare i tempi, oggi pericolosamente lunghi, che intercorrono dal momento in cui l’attacco primario è avvenuto e quello in cui le conseguenze vengono scoperte.

Nel 2017 ci aspettiamo attacchi ancora più sofisticati che faranno leva su dimensioni multiple: sicurezza fisica, tecniche sociali e comportamentali, codici malevoli di nuova generazione alimentati da intelligenza artificiale e quindi in grado di aggirare le più comuni contromisure. Aumenteranno gli attacchi invisibili: è evidente che molti attori di minaccia hanno l’obiettivo di continuare ad operare in modo invisibile, pertanto sarà sempre più complesso identificare per tempo queste tipologie di attacchi. Inoltre la rilevazione è resa più complessa dall’aumentare del numero di nodi, delle diversità di protocolli e trame di interconnessione, fenomeni accentuati dall’esplosione di Cloud, Internet of Things.

Come strutturare un partenariato tra pubbliche Amministrazioni ed Aziende private fornitrici di soluzioni e progetti di sicurezza informatica per la PA?

mercoledì, 24 maggio 2017

10:00
11:00

2017 Analisi e Tendenze Evolutive nell’era del Digitale: Spaccato delle iniziative intraprese dai CIO delle PA italiane[ws.52]

Sala: Sala Microsoft

Uno Scenario Gartner di alto livello centrato sull’oggi per inquadrare e confrontare lo sviluppo delle iniziative e investimenti  in corso per trasformazione digitale e relativi investimenti, in generale nel mondo e in particolare evidenziando le differenze del settore Pubblica Amministrazione e Italia. La presentazione si concluderà con le opportunità e raccomandazioni specifiche emergenti dall’analisi.

mercoledì, 24 maggio 2017

11:45
13:45

Priorità Cybersecurity[co.14]

Sala: Sala 11

Nel recente passato si è assistito ad una rapida evoluzione della minaccia cibernetica ed in particolare per quella incombente sulla pubblica amministrazione, che è divenuta un bersaglio specifico per alcune tipologie di attaccanti particolarmente pericolosi. Se da un lato la PA continua ad essere oggetto di attacchi dimostrativi, provenienti da soggetti spinti da motivazioni politiche ed ideologiche, sono divenuti importanti e pericolose le attività condotte da gruppi organizzati, non solo di stampo propriamente criminale. Nei fatti le misure preventive, destinate ad impedire il successo dell’attacco, devono essere affiancate da efficaci strumenti di rilevazione, in grado di abbreviare i tempi, oggi pericolosamente lunghi, che intercorrono dal momento in cui l’attacco primario è avvenuto e quello in cui le conseguenze vengono scoperte.

Nel 2017 ci aspettiamo attacchi ancora più sofisticati che faranno leva su dimensioni multiple: sicurezza fisica, tecniche sociali e comportamentali, codici malevoli di nuova generazione alimentati da intelligenza artificiale e quindi in grado di aggirare le più comuni contromisure. Aumenteranno gli attacchi invisibili: è evidente che molti attori di minaccia hanno l’obiettivo di continuare ad operare in modo invisibile, pertanto sarà sempre più complesso identificare per tempo queste tipologie di attacchi. Inoltre la rilevazione è resa più complessa dall’aumentare del numero di nodi, delle diversità di protocolli e trame di interconnessione, fenomeni accentuati dall’esplosione di Cloud, Internet of Things.

Come strutturare un partenariato tra pubbliche Amministrazioni ed Aziende private fornitrici di soluzioni e progetti di sicurezza informatica per la PA?

Tra i 17 Sustainable Development Goals - strettamente correlati l'uno con l'altro - il focus, in questo evento, sarà sull'obiettivo 9 "Innovazione e infrastrutture".

mercoledì, 24 maggio 2017

14:00
17:00

Sistemi di monitoraggio del patrimonio immobiliare pubblico[tl.05]

Sala: Sala Microsoft

Nell’ambito del tema guida di questa edizione di FORUM PA, l'efficientamento energetico degli edifici pubblici assume centrale rilevanza. Una corretta gestione e manutenzione del patrimonio immobiliare pubblico permette alle amministrazioni di liberare risorse per offrire maggiori servizi ai cittadini. La necessità di contenere i costi è un'obiettivo ancora più stringente per gli enti pubblici alla luce delle politiche di spending review. Per programmare interventi mirati, l'innovazione digitale è fondamentale. I sistemi di monitoraggio, audit energetico, sono un supporto fondamentale per gli energy manager degli enti pubblici

In tale contesto, proprio per avviare questo percorso, si inserisce il tavolo di lavoro “Sistemi di monitoraggio del patrimonio immobiliare pubblico” che non è un convegno classico ma una riunione riservata tra pari ed esperti del settore focalizzata su alcuni aspetti di rilevanza strategica:

  • Come mappare il patrimonio immobiliare pubblico?
  • Come attuare corrette politiche di risparmio nella gestione immobiliare dell'ente, attraverso processi organizzativi integrati?

L'evento è riservato, per inviare una richiesta di partecipazione scrivere a segreteriaconvegni@forumpa.it indicando la funzione, l'ente di appartenenza e il titolo del workshop.

 

mercoledì, 24 maggio 2017

14:00
17:00

Il cloud per gli enti italiani: si può fare![tl.04]

Sala: Sala Microsoft

L’appuntamento è parte integrante dei programmi di approfondimento tematico di Forum PA 2017 e ha l’obiettivo di raccogliere attorno allo stesso tavolo – per un confronto diretto – i principali stakeholder della digitalizzazione della PA in Italia.

Il tavolo intende indagare gli strumenti – il cloud pubblico in particolare – con cui abilitare il cambiamento in ottica digitale delle PA e innescare una riduzione e una riqualificazione della spesa IT che supporti la gestione più efficiente delle risorse pubbliche e contribuisca significativamente al tema della sostenibilità del sistema Paese, tema quest’anno al centro della manifestazione romana.

L'evento è riservato, per inviare una richiesta di partecipazione scrivere a segreteriaconvegni@forumpa.it indicando la funzione, l'ente di appartenenza e il titolo del workshop.

mercoledì, 24 maggio 2017

14:00
17:00

La business intelligence nella Pubblica Amministrazione[tl.03]

Sala: Sala Microsoft

Nell’ambito del tema guida di questa edizione di FORUM PA, l'integrazione di tutte le informazioni afferenti l'amministrazione pubbliche assume primaria importanza.
Usare modelli di business analytics per migliorare le performance e agire proattivamente sui mercati significa costruire una «casa» fatta di infrastruttura, componenti software, metodologie e formazione. Grazie all’applicazione della BI è possibile analizzare masse enormi di dati per interpretare i comportamenti dei cittadini e per conoscere meglio i loro bisogni. Gli impieghi potenziali della BI sono molteplici e spaziano dall’ambito fiscale, al sistema dei trasporti e alla Sanità: analisi di bilancio, pianificazione e programmazione del lavoro, pianificazione e controllo strategico, controllo di gestione, controllo di performance e valutazione degli obiettivi, individuazione degli evasori fiscali.

In tale contesto, proprio per avviare questo percorso, si inserisce il tavolo di lavoro “La business intelligence nella Pubblica Amministrazione” che non è un convegno classico ma una riunione riservata tra pari ed esperti del settore focalizzata su alcuni aspetti di rilevanza strategica:
Quali sono ad oggi i problemi e le criticità legate all'integrazione dei dati interni ed esterni dell'Ente?
Quali le opportunità di risparmio dell'Ente attraverso la business intelligence?
Come creare processi gestionali strutturati e replicabili in tutte le aree funzionali dell'Ente?

L'evento è riservato, per inviare una richiesta di partecipazione scrivere a segreteriaconvegni@forumpa.it indicando la funzione, l'ente di appartenenza e il titolo del workshop.

giovedì, 25 maggio 2017

10:00
10:30

La piattaforma dati ibrida di Microsoft e la gestione di dati genomici: il progetto Premotion e la Banca Dati Nazionale DNA (BDN-DNA)[ws.48]

Sala: Sala Microsoft

La capacità di memorizzazione e analisi di grossi moli di dati non strutturati, trova un vasto impiego nell’ambito della sicurezza e della sanità. In questo intervento sarà illustrato come la piattaforma dati di Microsoft fornisca i servizi necessari alla realizzazione di complesse soluzioni operative sia on-premis, sia sul cloud che in modalità ibrida per la catalogazione ed analisi del DNA. L’approccio ibrido di Microsoft consente quindi di rispondere a regolamenti e normative vigenti in termini di titolarità e riservatezza del dato, temi particolarmente sensibili nei settori sicurezza e sanità.

giovedì, 25 maggio 2017

10:30
11:30

La strategia di gestione del rapporto con l'Automobilsta in ACI: un approccio omni-canale[ws.110]

Sala: Sala Microsoft

La mission di Aci, Automobile Club d’Italia, da oltre 110 anni è quella di presidiare i molteplici versanti della mobilità e di diffondere una nuova cultura dell’automobile,di rappresentare e tutelare gli interessi generali dell’automobilismo italiano, del quale promuove e favorisce lo sviluppo.

ACI ha affidato ad ACI informatica un ambizioso progetto di trasformazione digitale omni-canale orientato a ripensare la digital customer journey degli automoblisti italiani.

Nell'ambito del canale "fisico", che impatta direttamente sul modo in cui le 1500 agenzie sparse sul territorio nazionale si relazionano con oltre un milione di soci, Microsoft Dynamics 365 è stata la soluzione identificata per far fronte all’esigenza di armonizzare grandi quantità di informazioni provenienti da diversi canali e diverse banche dati ottimizzandone l’accesso da parte delle delegazioni al fine di avere una visione completa del socio, della sua storia, delle sue esigenze con un occhio attento ai temi della privacy.

In termini operativi, la piattaforma di CRM consente di acquisire, tracciare e gestire tutti i contatti che i soci hanno con l’ACI, la Federazione e le Società collegate e, in prospettiva, con i partner progressivamente acquisiti.

Grazie all’implementazione di questa soluzione, ogni socio ACI sarà raggiunto da informazioni rilevanti e in prospettiva avrà accesso ad una piattaforma di servizi, digitali e non, tramite un’App interattiva.

L’adozione di questa trasformazione richiede un cambiamento culturale nelle organizzazioni e una diversa modalità relazionale verso la clientela, sfida che ACI ha deciso di accettare definendo un percorso di formazione interna e momenti di assistenza e supporto.

giovedì, 25 maggio 2017

11:00
12:00

Nuovo sistema per l’Intelligence amministrativa[ws.143]

Sala: Sala Microsoft

La DCRA (Direzione Centrale Rapporto Assicurativo) dell’INAIL è l’area dell’Istituto che gestisce i rapporti con le aziende occupandosi, tra l’altro, della determinazione del premio assicurativo per ogni tipologia di azienda, del monitoraggio del rischio e di effettuare un’attività di vigilanza sulle aziende clienti.
 
All’interno della DCRA opera l’Ufficio Vigilanza Ispettiva che supportato da oltre 300 persone sul territorio, effettua le ispezioni per verificare che le aziende clienti rispettino le normative vigenti.
Negli ultimi anni l’Ufficio Vigilanza Ispettiva ha manifestato sempre di più una forte esigenza di efficientamento e di riduzione dei tempi necessari alla generazione e all’estrazione delle liste di aziende da candidare per le ispezioni.
La sfida vinta dalla DCOD (Direzione Centrale per l’Organizzazione Digitale) che governa l’IT di INAIL, è stata quella di trovare una soluzione  in grado facilitare il lavoro dell’Ufficio Vigilanza e degli oltre 300 Ispettori  recuperando e armonizzando informazioni che provengono da numerose fonti sia interne che esterne all’Istituto.
 
DCOD ha realizzato così un moderno sistema di “Intelligence Amministrativa” per la Vigilanza Ispettiva basato sulla tecnologia Microsoft SQL Server grazie al quale la DCRAopera in totale autonomia nell’individuazione delle aziende di interesse per l’azione ispettiva e ottiene un’estrazione in “tempo reale” delle informazioni che prima richiedevano mesi per essere prodotte.
 
Attraverso un’interfaccia web è possibile infatti inserire i criteri di selezione delle aziende e richiedere al sistema un’elaborazione in base ai criteri inseriti in tempi decisamente ridotti rispetto al passato. Con il sistema realizzato si ottengono le informazioni necessarie con tempi dell’ordine dei minuti e vengono ridotti contemporaneamente i tempi di attesa che prima richiedevano in media 4,5 mesi.
Le estrazioni realizzate con il nuovo sistema possono essere storicizzate e richiamate facilmente per modificare, se necessario, i parametri impostati e ottenere così nuove elaborazioni basate su estrazioni precedenti.
È già al vaglio un’evoluzione del progetto nella quale si sta valutando come poter meglio fruttare le potenzialità di Advanced Analytics della piattaforma SQL Server con la quale sarà possibile chiedere al sistema di proporre nuovi elenchi di aziende basati su elementi comuni di interesse per l’Ufficio Vigilanza Ispettiva.

giovedì, 25 maggio 2017

11:45
12:15

Agenzia Spaziale Italiana: Office Automation – implementazione e vantaggi[ws.49]

Sala: Sala Microsoft

Office Automation è lo strumento sviluppato in sinergia tra Agenzia Spaziale Italiana e Microsoft per la digitalizzazione dei processi interni all’Agenzia. Il suo campo di applicazione soddisfa le esigenze di reingegnerizzazione ed efficientamento dei servizi, agendo su sicurezza, trasparenza e gestione. La parola d’ordine è dematerializzare; che si tratti di approvare, gestire i flussi o accedere ai documenti, tutto viene gestito attraverso strumenti digitali alla portata di chiunque: web, email e word online, senza la necessità di installare software sui dispositivi utilizzati. Tutte le informazioni raccolte, relative ai dati inseriti nei documenti standard o alle tempistiche necessarie alla gestione del flusso, vengono indirizzate verso una reportistica chiara, di facile accesso e completamente personalizzabile.
 
Da un punto di vista tecnologico, l’intera infrastruttura è ospitata su Microsoft Azure, Office 365 è la piattaforma per la comunicazione e collaborazione (consultazione/modifica documenti online), salvataggio e storico delle modifiche sui documenti sono garantiti da Onedrive for Business, la gestione dei processi avviene con System Center Service Manager, PowerBI fornisce strumenti di analisi potenti per gli utenti finali (dashboard e kpi), infine Azure Bot Framework è lo strumento di che gestisce le FAQ e le richieste degli utenti

Torna alla lista dei Partner