Torna a Eventi FPA

Programma congressuale: disponibili gli atti di tutti gli eventi

Torna alla home

  da 16:30 a 17:20

Il ruolo dei CIRT nel sistema ricerca nazionale e internazionale [ ws.132 ]

Stand: Istruzione, Università e Ricerca - N Sala interna

I CIRT svolgono un'azione importante di coordinamento per linee di ricerca tematiche (Ambiente, informatica, Telecomunicazioni, Scienze della vita, Scienze e Tecnologie dei materiali) tra Unità di Ricerca delle università consorziate. Le attività dei Consorzi Interuniversitari si sviluppano nella rete nazionale di ricerca e sono significativamente inserite nei programmi di ricerca europei. Le best practices dei CIRT consistono nel selezionare qualificate Unità affini di ricerca per costituire specifiche filiere tematiche improntate alla massima efficienza gestionale e per ragiungere significative masse critiche da spendersi sul piano internazionale.


A cura di

Programma dei lavori

Relatori

Blefari-Melazzi
Nicola Blefari-Melazzi al convegno "Il ruolo dei CIRT nel sistema ricerca nazionale e internazionale" - FORUM PA 2017
Nicola Blefari-Melazzi Presidente - Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni Biografia Vedi atti

Nicola Blefari-Melazzi (http://blefari.eln.uniroma2.it/) è professore ordinario di telecomunicazioni all’Università di Roma Tor Vergata dal 2002, dove ha svolto i ruoli di Coordinatore del corso di Dottorato di Ricerca in Ingegneria delle Telecomunicazioni, Presidente del Consiglio di Corso di Studi in Ingegneria delle Telecomunicazioni, oggi rinnovato e chiamato Ingegneria di Internet, e Direttore del Dipartimento di Ingegneria Elettronica.
Dal Novembre 2013 al Novembre 2016 è stato membro eletto della 5G Infrastructure Association e della 5G Public Private Partnership (http://5g-ppp.eu/).
Dal Gennaio 2017 è Direttore del CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni, http://www.cnit.it/), un ente non-profit che consorzia 37 sedi universitarie, a cui si aggiungono 7 unità di ricerca presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche, per un totale di 44 unità di ricerca, e quattro Laboratori Nazionali. Al CNIT afferiscono oltre 1300 ricercatori appartenenti alle università consorziate e per esso lavorano come dipendenti circa 100 ricercatori e tecnici.
E’ stato o è coordinatore di progetto per 5 progetti europei. Ha svolto il ruolo di responsabile di sede per altri 11 progetti europei e partecipato ad ulteriori 12 progetti europei.
I suoi interessi di ricerca hanno incluso la valutazione prestazionale, la progettazione ed il controllo di reti integrate a larga banda, di reti in area locale e senza filo, di reti satellitari e di Internet. Ha svolto anche ricerca su modelli di traffico multimediale, comunicazioni mobili e personali, qualità di servizio e mobilità in Internet, SDN/NFV, soluzioni ICT per Intelligent Transport Systems.

 

Chiudi

Atti di questo intervento

cnit_nbm_3_5_17.pdf

Chiudi

Caneschi
Andrea Caneschi: "Il ruolo dei CIRT nel sistema ricerca nazionale e internazionale – Contributo Consorzio INSTM" - FORUM PA 2017
Andrea Caneschi Direttore - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali Biografia Vedi atti


Professore di Chimica Generale ed Inorganica dell’Università di Firenze
- Direttore del Consorzio INSTM, Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali. Membro della direzione del European Institute of Molecular Magnetism, EIMM e della società consortile GRINT (Gruppo Ricerca Innovazione Nanotecnologie Toscano).
-Membro del collegio di dottorato in Scienze Chimiche ed in Scienze e Tecnologia dei Materiali. Supervisor di oltre 50 tra post-docs, studenti Erasmus, dottorandi (Marie Curie Training Site del V e VI FP della EC) e di oltre 40 contratti di Assegni di Ricerca e di post-doc italiani.
-Partecipante o responsabile in progetti PRIN, FISR, FIRB e C.N.R., ed europei RTNs del IV FP “3MD”, V FP “Molnanomag” e VI FP “Quemolna”. Supervisor di 2 Marie Curie Training Site “MOLMAG” del V e VI FP, Operational Manager del Network of Excellence, VI FP, ”MAGMANet”. Partecipante a progetti STREP, SSCP, IAPP, LSCP, VII FP, H2020 e Unit Leader di NANOMAGMA, SSCP FP7. Ha ricevuto un finanziamento privato (1.5 ME) per costruire un sistema di recupero e liquefazione di Elio per 6 dipartimenti di UNIFI.
-Interessi di ricerca: Chimica Inorganica – Sintesi di ossidi inorganici allo stato solido – Materiali magnetici per applicazioni biomediche - Interazioni Magnetiche– Nanomagnetismo.
-Co-autore di oltre 380 articoli, h-index 75, 23000 citazioni ricevute.
-Ha presentato più di 270 comunicazioni a congressi nazionali ed internazionali.

 

Chiudi

Atti di questo intervento

instm_forum_pa_24_maggio_17.pdf

Chiudi

Latino Chiocci
Francesco Latino Chiocci: "Il ruolo dei CIRT nel sistema ricerca nazionale e internazionale" - FORUM PA 2017
Francesco Latino Chiocci Sapienza Università di Roma Vedi atti

Atti di questo intervento

conism_chiocci.pdf

Chiudi

Miola
Angela Miola: "CINI Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica" - FORUM PA 2017
Angela Miola Direttore - Consorzio Interuniversitario Nazionale per l'Informatica Biografia Vedi atti

Ha un'esperienza multidisciplinare di oltre trenta anni nei settori delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Dal 2011 è Direttore Generale del Consorzio Nazionale Interuniversitario Italiano per l'Informatica (CINI), che raggruppa oltre quaranta università italiane per la ricerca congiunta in tutti i settori dell'informatica. Nel 2010 è stata consulente di gestione per il Centro Tecnologico di Navacchio (Pisa, Italia), formato da oltre cinquanta aziende che si occupano di microelettronica, comunicazione, robotica e tecnologie dell'informazione. Dal 2003 al 2009 è stata direttore dell'area Comunicazione del Comune di Firenze con mandato speciale per le politiche di comunicazione integrate. Dal 1985 al 2002, presso la Elea S.p.A., società di consulenza e formazione del gruppo Olivetti, ha guidato l'area consulenza nei settori della tecnologia dell'informazione e della comunicazione, dell'educazione e della conoscenza 

Chiudi

Ragni
Pietro Ragni: "Il Consorzio INBB " - FORUM PA 2017
Pietro Ragni Direttore - Istituto Nazionale di Biostrutture e Biosistemi Biografia Vedi atti

Nato a Taranto il 10/06/1958, è laureato in Fisica ed Esperto Qualificato di II grado per la sorveglianza fisica dalle radiazioni ionizzanti (iscrizione nr. 1160). 
Dal 2001 è primo ricercatore presso l’Istituto di Metodologie Chimiche (IMC) del CNR; è titolare di tre linee di ricerca (monitoraggio del radon, irraggiamento alimentare e qanat-project), responsabile dell’Unità “Radiochimica e Radiazioni Alta Energia” e componente del Consiglio d’Istituto dell’IMC. È autore di 45 pubblicazioni scientifiche, un brevetto, 52 proceedings e rapporti tecnici, varie pubblicazioni di divulgazione scientifica ed interviste in TV e sui media.
Dal 2014 è Direttore del Consorzio Interuniversitario I.N.B.B. (Istituto Nazionale di Biostrutture e Biosistemi), cui aderiscono 23 Università e più di 650 docenti e ricercatori. È autore o co-autore di 14 pubblicazioni relative alle attività in precedenza riportate.
È membro per l’Italia del comitato europeo  CEN/TC 275/WG 8 “Food analysis – Horizontal methods – Irradiated Food”  del Comitato Europeo di Normazione (CEN) dal 1999.
E’ stato componente della Segreteria Scientifica del Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica, ministro il Prof. Ruberti -1990/92- ed uno dei responsabili per la preparazione del primo Piano Triennale Nazionale di Ricerca Italiano -1991/92-; membro del Consiglio Scientifico dell’ISPESL -1991/93-; del Consiglio d’Amministrazione dell’IDISU dell’Università “La Sapienza” -1991/93-; Segretario Generale e componente del Comitato Esecutivo della El.B.A. Fundation (Electronics Biotechnology Advanced) fondata da prestigiose istituzioni Italiane, Russe e Statunitensi -1997/2002-.

Chiudi

Atti di questo intervento

inbb_pres_cirt_24_5_17.pdf

Chiudi

Torna alla home