Torna a Eventi FPA

Programma congressuale: disponibili gli atti di tutti gli eventi

Torna alla home

  da 10:00 a 10:40

Big Data e Linked Open Data per la statistica ufficiale: verso nuove forme di conoscenza generata dai dati [ ws.95 ]

Stand: ISTAT - Istituto Nazionale di Statistica - C - Sala interna

Interessata da diversi anni alle nuove fonti informative e all’individuazione di nuove forme di diffusione dei dati, la statistica ufficiale deve ora da una parte indirizzare il loro utilizzo – finora prevalentemente sperimentale - verso una maggiore aderenza alla produzione corrente e dall’altra considerare Big Data e Open Data non solo come canali tramite i quali veicolare in ingresso e uscita l’informazione statistica ma come portatori di nuovi modelli di conoscenza, che permettano di passare dai dati grezzi disponibili in varie forme nel mondo reale a nuovi efficaci modelli di analisi e interpretazione della complessità del mondo.
Sul fronte Big Data, la specificità delle nuove fonti permette di indagare e descrivere nuovi fenomeni, non conoscibili con modalità tradizionali. Dati generati dagli utenti, Internet delle cose, sentiment analysis, strumenti avanzati di analytics e approcci di data driven decision rappresentano imprescindibili supporti alla conoscenza che – con evidenze quantitative e misurabili – consentono di indagare su come avvengono i complessi fenomeni del reale, i loro legami reciproci, facendo emergere aspetti non considerati e assegnando quindi un intrinseco nuovo valore d’uso ai dati.
Sul fronte dei dati aperti, non bastano più solo formati leggibili e resi pubblici, ma occorre costruire strati di descrizione e legami di natura semantica che ne permetta libero riuso, integrazione e interconnessione dei dati, mettendoli in tal modo a disposizione di varie classi di utilizzatori tramite il Web dei dati


A cura di

Programma dei lavori

Relatori

De Francisci
Big Data e Linked Open Data
Stefano De Francisci Direzione centrale per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione - ISTAT Biografia Vedi atti

Stefano De Francisci lavora in Istat dal 1994. Opera in ambito informatico e attualmente dirige il servizio “Regolazione e sviluppo delle tecnologie ICT”. È stato docente a contratto dal 2004 al 2009 presso l’Università di Roma “Sapienza”, dove si è laureato in Scienze Statistiche (1979) e specializzato in Ricerca Operativa e strategie decisionali (1992). Ha tenuto numerose docenze in Master di primo e secondo livello (dal 2003 a oggi). Si occupa anche dell’utilizzo in ambito statistico delle nuove tecnologie informatiche, quali Big Data e Open Data, e del trattamento grafico dell’informazione statistica.

Chiudi

Torna alla home