Torna a Eventi FPA

Programma congressuale: disponibili gli atti di tutti gli eventi

Torna alla home

  da 14:00 a 15:00

Il bilancio è un bene pubblico. [ pr.01 ]

Potenzialità e criticità delle nuove regole del bilancio dello stato.

Sala: Sala 13

Presentazione del libro: Il bilancio è un bene pubblico

Un’informazione corretta, completa, tempestiva e accessibile sui conti pubblici è il requisito fondamentale dei regimi democratici, un elemento indispensabile per consentire l’esercizio del controllo del Parlamento sul governo e l’amministrazione, e del controllo dei cittadini sui loro rappresentanti eletti.

I bilanci sono in generale un bene pubblico, siano essi privati o pubblici; questi ultimi sono, tra questi beni, i più pubblici, perché posti al cuore dell’incrocio tra produzione della ricchezza e funzionamento delle istituzioni politiche; la verità e affidabilità dei bilanci pubblici resta alla base della fiducia che muove e sostiene la partecipazione democratica e la ricerca dell’innovazione e del benessere collettivo.

Gli autori sostengono che le funzioni di stabilizzazione dei conti pubblici e di ridistribuzione del carico fiscale e delle risorse destinate alle politiche pubbliche, le scelte allocative e di crescita, proprie del bilancio, non sono un esercizio stilistico da lasciare alla competenza dei tecnici. Incidono direttamente sulle vite dei cittadini, e devono pertanto essere spiegate e comprese.

Programma dei lavori

Intervengono

Degni
Marcello Degni: "Il bilancio è un bene pubblico" - FORUM PA 2017
Marcello Degni Docente - SNA Biografia Vedi atti

Docente a tempo pieno della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione di Roma (dal 2013).
Professore a contratto di contabilità pubblica presso le Università di Roma 1(master in economia pubblica), dal 2008, e di Pisa (Accademia navale di Livorno), dal 2009.
Esperto del ministero della Funzione pubblica. Componente dell’Unità per la semplificazione e la qualità della regolazione per lo svolgimento di attività di alta consulenza in materia di contabilità pubblica ed in particolare nella quantificazione degli oneri dei disegni di legge, per la predisposizione di atti normativi connessi alle iniziative di semplificazione, riassetto normativo e “spending review”.
Esperto senior in Finanza Pubblica per il supporto allo sviluppo di modelli integrati di valutazione della performance degli Enti Locali attraverso tecniche di benchmarking nell’ambito del progetto di Sviluppo delle capacità e delle funzioni delle Regioni e degli Enti Locali dell’Obiettivo Convergenza nella prospettiva del federalismo fiscale (Studiaresviluppo).
Laurea con lode in Scienza delle finanze all’Università La Sapienza nel 1986.
Nel 2011 e nel 2012 è stato consulente della Commissione Parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale.
Dal 2011 partecipa, per conto del CNEL, alla redazione della relazione annuale per la Conferenza sulla qualità dei servizi pubblici, prevista dall’art.9, comma c) della legge 15 del 2009.
Consigliere parlamentare del Senato (fino al 2007) ha lavorato per molti anni al servizio del bilancio. Nell'ambito delle attività del servizio si è occupato in particolare del ciclo del bilancio in Parlamento e della quantificazione degli oneri dei disegni di legge di spesa.
Dal 1999 al 2002 ha fatto parte della Unità di valutazione finanziaria degli atti normativi, istituita dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi, presso la Presidenza della Repubblica.
Dal 1997 al 2000 ha collaborato all'attività della Commissione Tecnica della Spesa Pubblica. In questo ambito ha seguito l’attuazione della riforma del bilancio definita con la legge n.94 del 1997, attraverso la partecipazione a vari gruppi di lavoro composti da esperti del settore ed uffici dell’amministrazione e ha fatto parte del “Gruppo di monitoraggio dei flussi di cassa del settore statale”, coordinato dal sottosegretario Prof. Piero Giarda.
Ha diretto il centro studi di Sviluppo Lazio e collaborato con l’assessorato al bilancio della regione Lazio (2007 -2009).
Dal 1995 ha svolto una costante attività accademica nelle Università di Napoli (Federico II), Roma e Pisa.
Dal 1995 è socio della Società italiana di Economia Pubblica

Chiudi

Atti di questo intervento

pr_01_degni.pdf

Chiudi

De Ioanna
Paolo De Ioanna Consiglio di Stato Biografia

Dal 2001 è Consigliere di Stato.
E’ stato, dal 1974, funzionario del Senato della Repubblica, dove ha diretto (1978-1989) la Segreteria della Commissione bilancio ed il Servizio del bilancio (1989-1996).
Dal 1996 al 1998 è stato Capo di Gabinetto del Ministro del tesoro pro tempore (nella fase di ingresso dell’Italia nel sistema della moneta unica europea) e poi, dal 1998 al 2000, è stato Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri; dal 2006 al 2008 è stato capo di gabinetto del Ministro dell’economia pro tempore..
E’ autore di numerose monografie ed articoli su temi di diritto del bilancio, finanza pubblica e diritto pubblico dell’economia.

Chiudi

Torna alla home