Torna a Eventi FPA

Programma congressuale - in continuo aggiornamento

Torna alla home

  da 11:45 a 14:00

FOIA: istruzioni per l’uso [ co.82 ]

Come applicare efficacemente l’accesso civico generalizzato

Sala: Sala 12

Iscriviti a questo evento

Una democrazia matura non può fare a meno di una legislazione avanzata sulla trasparenza amministrativa. Se un governo è pronto ad accettare che la partecipazione dei cittadini non si esaurisca nel rito elettorale e intende stabilire una vera alleanza con i propri cittadini, deve accettare anche la sfida di condividere le informazioni in suo possesso. Quelle informazioni sono necessarie, infatti, ai cittadini per partecipare in modo consapevole alle decisioni pubbliche e per controllare il modo in cui le istituzioni vi danno esecuzione.

Grazie al decreto legislativo 25 maggio 2016, n. 97, di attuazione della legge 7 agosto 2015, n. 124 (c.d. legge Madia), anche in Italia dal 23 dicembre 2016 chiunque può accedere alle informazioni in possesso delle pubbliche amministrazioni, se non c’è il pericolo di compromettere altri interessi pubblici o privati rilevanti, indicati dalla legge. Conoscere le informazioni in possesso delle pubbliche amministrazioni è finalmente un diritto fondamentale nell’ordinamento del nostro paese.

“Chiunque” – giornalisti, organizzazioni non governative, imprese, il comune cittadino e anche il non cittadino – può, con una semplice richiesta formulata per email, ottenere dalle amministrazioni i dati e i documenti utili a controllarne l’operato, non solo come antidoto alla corruzione, ma anche per alimentare il dibattito pubblico su temi di interesse collettivo.

Tuttavia, l’adozione del FOIAè soltanto il primo passo per garantire l’effettività del nuovo diritto di accesso generalizzato. Occorre che vi sia la presenza di una regia e la volontà politica di avvicinare davvero il disegno legislativo alla realtà amministrativa.

L’incontro è l’occasione per confrontarsi con amministrazioni e stakeholders sulle principali questioni applicative dell’accesso civico generalizzato nel nostro paese. La discussione partirà dalle raccomandazioni del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione rivolta a tutte le amministrazioni con una apposita circolare. Saranno affrontati aspetti decisivi per una efficace attuazione del FOIA: dalle modalità di presentazione delle richieste al dialogo con i richiedenti; dal registro degli accessi alle soluzioni organizzative; dalla gestione dei dinieghi al rispetto dei tempi di decisione.

A conclusione del convegno sarà comunicato ufficialmente, alla presenza dei vertici istituzionali della Funzione Pubblica e di rappresentanti dell’Open Government Forum, l’elenco delle 33 amministrazioni finaliste del Premio OpenGov Champion,  per il quale si è conclusa la prima fase di valutazione delle 232 candidature ammesse.

 

Programma dei lavori

Chairperson

Marconi
Pia Marconi Capo Dipartimento della Funzione Pubblica Biografia

Capo del Dipartimento della Funzione Pubblica, Pia Marconi (1958) si è laureata in Scienze politiche nell’Università di Macerata, nel 1982. Ha frequentato il Corso superiore per la gestione dell’economia e dell’impresa all’Istituto Adriano Olivetti - Istao di Ancona. Ha una figlia, nata nel maggio del 2000.

Dal maggio 1997 è Direttore generale dell’Ufficio per l’innovazione delle pubbliche amministrazioni, del Dipartimento per la Funzione pubblica - Presidenza del Consiglio dei ministri. È responsabile della gestione di programmi per l’innovazione nelle pubbliche amministrazioni. Dal marzo 2002 è presidente del Comitato Public Governance dell’Ocse (già Puma), del cui Ufficio di presidenza fa parte dall’ottobre 1998. È membro del Gruppo di lavoro e-government del Comitato Public Governance/Ocse (da ottobre 2001).
E’ membro del Comitato di indirizzo e coordinamento dell’informazione statistica, Comstat (dal marzo 1999), incaricata del Ministro nel Comitato di gestione del problema informatico dell’anno 2000 per la Funzione pubblica (dicembre 1999 - gennaio 2000), componente dell’Unità permanente per l’elaborazione della strategia di “e-government” istituita con d.P.C.M. (settembre 2000 - giugno 2001), del Comitato di indirizzo e controllo sulla qualità ed efficienza della pubblica amministrazione del Dipartimento per la Funzione pubblica (dal gennaio 2002), del Comitato di indirizzo e coordinamento strategico per l’innovazione della pubblica amministrazione nelle aree depresse (dall’ottobre 2002), del Nucleo di Valutazione della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (dal 2004).
Ha rappresentato il Dipartimento per la Funzione pubblica in Comitati e gruppi di lavoro sia a livello nazionale che internazionale, tra i quali: la Conferenza dei Direttori generali per la Funzione pubblica dell’Ue (dal novembre 1997 al maggio 2002), il Consiglio di amministrazione dell’Eipa (dall’aprile 1998 al giugno 2001), la Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi della Presidenza del Consiglio dei ministri (dal novembre 1997 al gennaio 2000), il Comitato permanente per l’attuazione della Carta dei servizi pubblici (dal luglio 1996 al luglio 1998).
Ha partecipato, in qualità di relatore, a conferenze e seminari nazionali ed internazionali sulla pubblica amministrazione tra i quali: British Council, New Public Management Seminars, La carta dei servizi pubblici e La Citizen’s Charter (Roma, Febbraio 1998); New York University, Public Participation in Public Services and Improving Service Delivery (New York, Maggio 1998); Premier Forum de la gestion publique (Parigi, Dicembre 1998); Ecole National d’Administration, Ena (Strasbourg, giugno 1999); International Public Management Conference 2002 (Siena, giugno 2002); the 2nd Quality Conference for public administrations in the Eu (Copenhagen, Ottobre 2002), European Caf Event, Roma (novembre 2003), Oecd Forum on Key Indicators (Measuring the effectiveness of public services), Palermo (novembre 2003), “Innovazione nella Pubblica Amministrazione: Stato di attuazione e prospettive”, EURAC, Bolzano (settembre 2005).
Nella precedente attività lavorativa si è occupata di riforme amministrative sia in qualità di consulente del Ministro per la Funzione pubblica (1993-1994), sia come ricercatrice presso l’Istituto nazionale di statistica (Istat) (1994-1996) e l’Istituto di studi per la programmazione economica (Ispe) (1996-1997). La sua carriera iniziale si è svolta nell’Eni (1983-1984) e nel Gruppo Montedison-Ferruzzi (1985-1993).
Ha scritto e pubblicato articoli sui seguenti argomenti: la legislazione italiana sugli aiuti di stato; l’attività dei comitati interministeriali nell’area della politica economica; il ruolo delle aziende pubbliche nei settori ad alta tecnologia; l’efficacia delle procedure amministrative; il contributo della riforma amministrativa alla riduzione della spesa pubblica; prezzi e procedure di acquisto delle pubbliche amministrazioni; federalismo fiscale; qualità dei servizi pubblici e politica della Carta dei servizi; la riforma della pubblica amministrazione in Italia, i “compliance costs” della regolazione, l’analisi di impatto della regolazione; il benessere organizzativo e le politiche di modernizzazione delle amministrazioni pubbliche.

Chiudi

Intervengono

Belisario
Ernesto Belisario Open Government Partnership Team Biografia

Avvocato, specializzato in diritto amministrativo ed esperto di diritto delle tecnologie. Ha scritto i libri “La nuova Pubblica Amministrazione Digitale”, “Diritto tra le nuvole: profili giuridici del cloud computing” ed è coautore – tra gli altri – dei testi “I siti web delle Pubbliche amministrazioni” e “Come si fa open data”. È stato Vice Presidente dell’Associazione “Digital Champions” e Segretario Generale dell’Istituto per le Politiche dell’Innovazione.

Chiudi

Gullo
Elio Gullo Dirigente Ufficio per l'innovazione e la digitalizzazione - Dipartimento della Funzione Pubblica
Savino
Mario Savino Università della Tuscia

Discussant

Dall'Acqua
Fabrizio Dall'Acqua Segretario Generale - Comune di Milano
Nobile
Mario Nobile Direttore Generale per i Sistemi Informativi e Statistici - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Biografia

Direttore Generale per i Sistemi Informativi e Statistici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Mario Nobile è laureato in Ingegneria Civile e ha un Dottorato di ricerca in Ingegneria dei Trasporti. La sua carriera nel settore della pubblica amministrazione lo ha portato a ricoprire diversi ruoli dirigenziali nell’ambito progettazione e pianificazione territoriale e dei servizi informatici, inclusi programmi di sviluppo della banda larga nel territorio.  Nel 2010 è entrato a far parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dove si è occupato inizialmente di programmi di riqualificazione urbana e politiche abitative, per poi passare alla gestione e manutenzione dei beni immobili delle sedi centrali, delle tecnologie (anche informatiche) di supporto e della razionalizzazione logistica. Parallelamente agli incarichi nella pubblica amministrazione, ha avuto anche ruoli accademici: dal 2001 al 2011 è stato Docente a contratto presso la Facoltà di Architettura dell’Alma Mater - Università degli Studi di Bologna ed ha all’attivo numerose pubblicazioni. Dal 2015, nel corrente incarico, ha coordinato il lancio del nuovo portale web del Ministero ed il portale Opencantieri, best practice internazionale sull’apertura dei dati relativi alle opere pubbliche di interesse nazionale.

Chiudi

Mori
Isabella Mori Responsabile politiche per la trasparenza - Cittadinanzattiva
Battaglia
Rosy Battaglia Giornalista e attivista fondatrice dell'iniziativa - Cittadini Reattivi Biografia

Online Journalist e Social Media Specialist, sono in perenne movimento.  Mi piace definirmi una “redattrice civile” e vivo questo mestiere con passione e dedizione. Giornalista freelance dal 2008 e social blogger dal 2005, sono attiva nel campo dell’indagine sociale, ambientale, culturale, in realtà, da sempre.

Le mie ultime inchieste sono state pubblicate su Donna ModernaWiredNòva Il Sole 24 ore,La Nuova Ecologia. Ho collaborato con varie testate giornalistiche e associazioni ( Lettera43, Terre di Mezzo Street Magazine; Radiopopolare, Redattore Sociale, New Tabloid, Movimento Difesa del Cittadino).

Membro dell’ Ufficio di Presidenza della Federazione Italiana Media Ambientali (FIMA), sono tra i docenti del Corso EuroMediterraneo di Giornalismo Ambientale Laura Conti e ho tenuto lezioni di giornalismo civico presso diverse università italiane (Summer School Organized Crime contro le ecomafie, Dipartimento Scienze Politiche Università Statale di Milano;Facolta di Comunicazione Pubblica e Linguaggi Istituzionali dell’Università di SalernoMaster Analisi, Prevenzione, Contrasto della Criminalità Organizzata e della Corruzione dell’Università di Pisa).

Sono stata speaker nei maggiori festival dedicati al giornalismo,  all’informazione e alla cultura digitale in Italia (Festival Internazionale del Giornalismo di PerugiaDIGIT,Glocalnews e GlocalAmbiente, Internet FestivalSocial Media Week).

Premio Informazione Digitale “La Stampa” 2013 per il video “La fabbrica recuperata”,Premio Fondazione Ahref per il miglior progetto di inchiesta multimediale ad alto impatto civico e  sociale per  “Cittadini Reattivi” online da maggio 2013. Progetto che a gennaio 2015 è diventato anche associazione di promozione ed innovazione sociale, per promuovere l’informazione e la formazione civica, gli open data e il diritto di accesso alle informazioni detenute dalla Pubblica Amministrazione (vedi la campagna FOIA4Italy) in Italia e di cui sono stata confermata presidente.

Per la mia attività di inchiesta e sensibilizzazione ai cittadini su temi come ambiente, salute e legalità ho ricevuto il Premio “Reporter per la Terra 2015” di Earth day Italia (qui le motivazioni sul sito del Ministero dell’Ambiente) e la candidatura al Premio per il giornalismo digitale “Marco Zamperini” a luglio 2015.

Mi occupo, inoltre, di comunicazione digitale sia come consulente che come formatore. Appassionata di Social Media e di community, management,  ho curato la progettazione di diverse campagne di informazione sul Web 2.0. Da Social Media Editor per la prima edizione del Festival del Giornalismo Digitale “Glocalnews” nel 2012,  alla collaborazione come Social Media Strategist con la rete Smarketing e Social Media trainer per Job Solutions.

Chiudi

Murgese
Elisa Murgese Diritto di Sapere
Torna alla home