Torna a Eventi FPA

Programma congressuale: disponibili gli atti di tutti gli eventi

Torna alla home

  da 11:45 a 13:30

L'innovazione digitale del fisco [ co.45 ]

L’amministrazione finanziaria alla prova della semplificazione e dell’innovazione. Interverrà il Ministro Pier Carlo Padoan

Sala: Sala 3

L’amministrazione fiscale continua nel suo percorso di innovazione digitale attraverso lo sforzo di tutte le sue componenti. Strumenti, esperienze e risultati ottenuti fino ad ora per semplificare e migliorare il rapporto con i contribuenti.

E' disponibile la registrazione video integrale del convegno

 

Tra i 17 Sustainable Development Goals - strettamente correlati l'uno con l'altro - il focus, in questo evento, sarà sull'obiettivo 1, "Sconfiggere la povertà", ma parleremo anche di "Ridurre le disuguaglianza", "Pace, giustizia e istituzioni solide" e "Partnership per gli obiettivi".

 


In collaborazione con

Programma dei lavori

Modera e introduce

Mochi Sismondi
Carlo Mochi Sismondi Presidente - FPA Biografia

Sono nato nel 1952 a Roma dove vivo, ho due figli di età diversa (21 e 39 anni), sono nonno. All’Università ho scelto Economia e Commercio da ragazzo e Filosofia da adulto con un approfondimento in pedagogia sul recupero dei ragazzi drop-out. Mi sono occupato di marketing, di ricerca, di progetti di privato-sociale, tra cui la realizzazione del primo progetto integrato di lotta alla povertà a Tor Bella Monaca (Roma).

A cominciare dall’autunno del 1989 sono stato l’ideatore e l’animatore del FORUM PA, la più grande ed importante manifestazione europea, espositiva e congressuale, dedicata all’innovazione nella pubblica amministrazione e nei sistemi territoriali giunta ormai alla 29^ edizione. Nella mia ormai ultraventennale attività di costruttore e animatore di reti, ho collaborato con 19 Governi e con 16 diversi Ministri della Funzione Pubblica, mantenendo una sostanziale terzietà, ma contribuendo a sostenere tutte le azioni innovative che si muovessero verso una PA più snella, più moderna, maggiormente orientata ai risultati e in grado così di restituire valore ai contribuenti e innovazione al Paese.
Ho svolto e svolgo attività didattica presso università e scuole della PA: dalla Scuola Superiore della PA alla Scuola Superiore per la PA locale, al Formez, a vari Istituti pubblici e privati. Ho scritto e scrivo articoli ed editoriali su quotidiani nazionali e riviste specializzate nel campo della comunicazione pubblica e dell’innovazione delle amministrazioni. Nei miei contatti continui con la politica e le amministrazioni a volte perdo la pazienza, mai la speranza.

Chiudi

Intervengono

Sirianni
Fiorenzo Sirianni al convegno "L'innovazione digitale del fisco" - FORUM PA 2017

 Le innovazioni informatiche nel processo tributario e i benefici a livello organizzativo per studi professionali e uffici pubblici. L’avvio del processo tributario telematico consentirà di migliorare la gestione dei dati funzionali al monitoraggio dei flussi del contenzioso tributario e dei valori economici delle controversie tributarie. Le nuove tecnologie informatiche e il trattamento in tempo reale dei dati acquisiti di nuova generazione permetterà, quindi, il loro immediato utilizzo per definire puntuali analisi economiche di settore ed efficaci politiche dei servizi offerti nel settore della giurisdizione tributaria.

Fiorenzo Sirianni Direttore della Direzione della giustizia tributaria - Ministero dell'Economia e delle Finanze Biografia Vedi atti

Attualmente Direttore della Giustizia tributaria del Ministero dell’economia e delle finanze e responsabile dell’organizzazione delle Commissioni tributarie sul territorio nazionale e delle procedure informatiche applicate al processo tributario.

Matura la sua esperienza nell’ambito del Ministero dell’economia e delle finanze e dell’Agenzia delle entrate e in particolare nel settore delle imposte dirette.

In qualità di dirigente ha partecipato ai doversi tavoli della riforme del testo unico delle imposte dirette delle società del 1999 (c.d. riforma Visco) e del 2003 (c.d. riforma Tremonti) predisponendo i decreti legislativi e attuativi.

Nel corso del 2015, in qualità di direttore della Giustizia tributaria, ha partecipato al tavolo di lavoro della Commissione Gallo per la riforma del contenzioso tributario e dell’istituto dell’interpello.

E’ revisore dei conti e autore di pubblicazioni in materia tributaria.

Ha partecipato - in qualità di relatore - a numerosi convegni, seminari e corsi di formazione.

Chiudi

Atti di questo intervento

co_45_02_sirianni_fiorenzo.pdf

Chiudi

Orlandi
Rossella Orlandi al convegno: "L'innovazione digitale del Fisco" - FORUM PA 2017

L’Agenzia delle Entrate ha vissuto negli ultimi anni un importante processo di evoluzione, instaurando con i cittadini un rapporto sempre più orientato alla compliance. Ciò ha determinato una trasformazione delle modalità di dialogo e assistenza ai cittadini. La digitalizzazione, un uso sempre più sofisticato dei dati presenti in Anagrafe Tributaria e le opportunità offerte dai nuovi media hanno consentito al Fisco di intraprendere sempre di più la strada della trasparenza e della collaborazione.

Rossella Orlandi Direttore Generale - Agenzia delle Entrate Biografia Vedi atti

34 anni di vita negli uffici del Fisco, a tessere la tela su cui ridisegnare una nuova relazione con i contribuenti. Muove i primi passi all’interno dell’Amministrazione finanziaria nel 1981, quando, neolaureata in Giurisprudenza, entra all’ufficio imposte dirette di Empoli. Negli anni successivi ricopre incarichi di sempre maggiore responsabilità, fino a quello di capo Ufficio controlli della Direzione regionale della Toscana. Nel 2006 è Direttore centrale aggiunto Accertamento dell’Agenzia. E’ la prima volta che una donna riveste un ruolo così strategico sul fronte dei controlli. Sotto l’impronta di Rossella Orlandi, l’Agenzia ricalibra il mirino della lotta all’evasione e recupera così il gap che la separa dagli standard internazionali. Passano cinque anni e la Orlandi è nominata Direttore regionale del Piemonte. Nel luglio 2014 torna a Roma come primo direttore “in rosa” del Fisco italiano. Rinnova il suo impegno nell’isolare i grandi evasori e coloro che si muovono con il preciso intento di frodare il fisco. Si apre una stagione orientata al cambiamento della relazione tra fisco e contribuenti su basi nuove, ispirate alla reciprocità. E’ l’era del cooperative-thinking.

Chiudi

Atti di questo intervento

co_45_03_orlandi_rossella.pdf

Chiudi

Peleggi
Giuseppe Peleggi al convegno "L'innovazione digitale del Fisco" - FORUM PA 2017
Giuseppe Peleggi Direttore - Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Biografia Vedi atti

 

Giuseppe Peleggi è nato a Roma l’11 ottobre 1958, dove ha conseguito la  laurea presso la facoltà di Economia e Commercio, in Scienza delle Finanze. E’ Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli dal 1° dicembre 2012, data di incorporazione dell’AAMS nell’Agenzia delle Dogane. Dal 14 febbraio 2008 al 30 novembre 2012 è stato Direttore dell’Agenzia delle Dogane.
 
Presso la stessa Agenzia ha ricoperto altri incarichi di direzione di strutture centrali dal 2001 al 2008. Tra il 1995 e il 2001, è stato Ispettore SECIT e Consigliere economico di tre Ministri delle Finanze (Augusto Fantozzi, Vincenzo Visco, Ottaviano Del Turco). 
 
E’ stato componente di numerose commissioni di studio ministeriali ed interministeriali occupandosi di tutte le principali problematiche connesse al sistema tributario (federalismo fiscale, parametri e studi di settore, riforma Irpef, riccometro, contabilità pubblica comunitaria, Carbon-tax e tassazione dell’energia, fiscalità del trasporto privato, tassazione degli immobili, tassazione del risparmio e del reddito d’impresa, normativa anti-elusione ed anti-evasione fiscale, ecc.). 
 
Dal 1988 al 1993 è stato componente della Segreteria Tecnica della Commissione Tecnica per la Spesa Pubblica, presso il Ministero del Tesoro.
 
Dal 1986 al 1995 è stato ricercatore economico presso il CER (Centro Europa Ricerche s.r.l.) e ha anche svolto incarichi di studio presso l’ISPE (Istituto per la Programmazione Economica)e altri istituti di ricerca.
 
E’ autore di numerose pubblicazioni in materia di contabilità e spesa pubblica e di analisi del sistema tributario.
 
 
 

 

Chiudi

Atti di questo intervento

co_45_04_peleggi_giuseppe.pdf

Chiudi

Ruffini
Ernesto Maria Ruffini al convegno: "L'innovazione digitale del Fisco" - FORUM PA 2017

Il racconto di come sta velocemente cambiando Equitalia, la società pubblica di riscossione, grazie all’introduzione di nuovi strumenti anche informatici per semplificare il rapporto con i cittadini e le imprese.                               

Ernesto Maria Ruffini Presidente e Amministratore Delegato - Equitalia Biografia Vedi atti

47 anni, laureato all’università La Sapienza di Roma, facoltà di Giurisprudenza, con tesi sul “Potere della Cassazione e la Cassazione sostitutiva di merito”, è avvocato tributarista dal 1998. E' autore di numerose pubblicazioni ed in particolare L’evasione spiegata ad un evasore.

Dal 2014 al 2015 è stato componente del Tavolo permanente per l’innovazione e l’agenda digitale italiana presso la presidenza del Consiglio dei Ministri, nominato nello stesso periodo presidente di Espero, il Fondo nazionale pensione complementare per i lavoratori della scuola.

Da giugno 2015 è amministratore delegato di Equitalia SpA, di cui ha assunto la presidenza nell’ottobre dello scorso anno.

Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di febbraio 2017, è stato nominato Commissario straordinario per lo svolgimento degli adempimenti previsti all’articolo 1, comma15, del dl 193/16 convertito dalla legge 225/16 per l’istituzione dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Chiudi

Cannarsa
Cristiano Cannarsa al convegno: "L'innovazione digitale del Fisco" - FORUM PA 2017

Lo sforzo tecnologico di Sogei per affrontare le nuove sfide dell’innovazione digitale del fisco. Esempi concreti e tangibili che dimostrano come il Paese possa contare su una realtà ormai consolidata ed affidabile per tutte le sfide di innovazione.

Cristiano Cannarsa Presidente e Amministratore Delegato - Sogei Biografia Vedi atti

Cristiano Cannarsa, nato a Roma nel 1963, si è laureato con lode nel 1986 in Ingegneria Meccanica presso l'Università La Sapienza di Roma. Ha conseguito l'abilitazione alla professione di Ingegnere nel 1987 ed è iscritto all'Ordine degli Ingegneri di Roma dal 1988. È docente, presso il Dipartimento di Impresa e Management dell'Università Luiss "Guido Carli", del corso di "Finanza Aziendale Avanzato". Da luglio 2012 è Presidente e Amministratore delegato di Sogei, dopo aver ricoperto l'incarico di Amministratore delegato da agosto 2011 e di Amministratore Unico da luglio 2011, della medesima società.

Aprile 2008 - Aprile 2011 - Consigliere di Amministrazione di Terna SpA. Luglio 2007 - Luglio 2011 - Responsabile di Direzione presso Cassa depositi e prestiti SpA. In tale ruolo ha contribuito alla finalizzazione di oltre 50 finanziamenti per circa euro 7,2 mld. Gennaio 1991 - Giugno 2007 - Entrato nell'Istituto Mobiliare Italiano SpA, ha seguito un percorso di carriera incentrato sull'analisi creditizia di progetti di investimento di aziende industriali, enti pubblici e società di progetto, finalizzata al loro finanziamento. A seguito della fusione tra IMI e Sanpaolo e con la successiva costituzione di una banca specialistica nel Public Finance (Banca OPI), gli sono stati affidati ruoli di crescente responsabilità che lo hanno portato a coordinare strutture aziendali articolate e risorse altamente specializzate. Novembre 1987 - Dicembre 1990 - Aeritalia SpA (Gruppo Finmeccanica) ha operato nella progettazione e costruzione di aerogeneratori e nell'avviamento di uno stabilimento destinato all'assemblaggio degli aerogeneratori.

Chiudi

Ceriani
Vieri Ceriani al convegno: "L'innovazione digitale del Fisco" - FORUM PA 2017

L’ISA (indice sintetico di affidabilità), i report settoriali di carattere economico-statistico previsti nel cassetto fiscale, la piattaforma web per la valutazione della performance della propria attività, migliorano il sistema di relazioni tra l’Amministrazione finanziaria e gli operatori economici di piccole dimensioni con l’obiettivo di un complessivo rilancio dell’economia italiana in un clima di collaborazione fiscale

Vieri Ceriani Amministratore Delegato - SOSE Spa Biografia Vedi atti

E’ attualmente Consigliere per la politiche fiscali del Ministro dell'economia e delle finanze Piercarlo Padoan.

Dal 30 maggio 2016 ricopre il ruolo di Amministratore delegato della SOSE – Soluzioni per il sistema economico SpA.

Dal giugno 2013 al febbraio 2014 è stato Consigliere per le politiche fiscali del Ministro dell'economia e delle finanze Fabrizio Saccomanni (Governo Letta).

Da novembre 2011 a aprile 2013 è stato Sottosegretario di Stato presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze con delega in materia fiscale (Governo Monti).

Assunto dalla Banca d'Italia nel 1976, ha lavorato presso il Dipartimento di Ricerca economica, dove si è occupato di finanza pubblica. Dal 2004 al 2011 ha ricoperto il ruolo di Capo del Servizio Rapporti fiscali, poi quello di Funzionario generale per le materie tributarie e per la qualità dei servizi resi all’utenza fino al maggio 2015.

Negli anni 1993-2001 ha svolto il ruolo di Consigliere economico per diversi Ministri delle Finanze.

Ha rappresentato l'Italia in comitati e gruppi di lavoro a livello nazionale e internazionale, in istituzioni pubbliche e private.

E' autore di diverse pubblicazioni su temi di finanza pubblica, in particolare su politica fiscale, federalismo fiscale e politica di bilancio.

Chiudi

Atti di questo intervento

co_45_06_ceriani_vieri.pdf

Chiudi

Conclude

Padoan
Pier Carlo Padoan Ministro dell'Economia e delle Finanze Biografia

Pier Carlo Padoan è Ministro dell’Economia e delle Finanze dal 24 febbraio 2014.

Padoan è stato Professore di Economia presso l'Università La Sapienza di Roma e direttore della Fondazione Italianieuropei, centro di ricerca dedicato ai temi di politica economica e sociale.

Il 1° giugno 2007 ha assunto le funzioni di Vice Segretario Generale dell'OCSE. Il 1° dicembre 2009 è stato nominato anche Capo Economista, pur mantenendo il suo ruolo di Vice Segretario Generale. Oltre a dirigere il Dipartimento di Economia, Pier Carlo Padoan è stato Finance Deputy del G20 per l'OCSE e Capo della Strategic Response, Green Growth Strategy e della Innovation Strategy.

Dal 2001 al 2005 Pier Carlo Padoan è stato Direttore Esecutivo italiano al Fondo Monetario Internazionale, anche per conto di Grecia, Portogallo, San Marino, Albania e Timor Leste. Come membro del Consiglio Esecutivo, ne ha presieduto diversi comitati. Durante il mandato al FMI è stato incaricato anche del Coordinamento dell’Unione Europea.

Dal 1998 al 2001 è stato Consigliere Economico dei Presidenti del Consiglio Massimo D’Alema e Giuliano Amato, con incarichi di politica economica internazionale. Ha coordinato la posizione italiana nei negoziati per l’Agenda 2000 sul bilancio europeo, l’Agenda di Lisbona, il Consiglio Europeo, i vertici bilaterali e i Summit del G8.

Ha svolto incarichi di consulenza per la Banca Mondiale, la Commissione Europea e la Banca Centrale Europea.

Pier Carlo Padoan ha una laurea in Economia conseguita presso l’Università La Sapienza di Roma e ha ricoperto varie posizioni accademiche presso università italiane ed estere, ivi compresi il Collegio di Europa (Bruges e Varsavia), l’Università Libre de Bruxelles, l’Università di Urbino, l’Università de La Plata e l’Università di Tokyo. Ha pubblicato articoli su numerose riviste internazionali ed è autore di vari saggi e testi di economia e finanza.

Chiudi

Torna alla home