Torna a Eventi FPA

Programma congressuale: disponibili gli atti di tutti gli eventi

Torna alla home

  da 15:00 a 18:00

L’Europa concreta: gli strumenti URBACT e URBAN INNOVATIVE ACTIONS per lo sviluppo urbano sostenibile [ sc.04 ]

Le azioni URBACT e URBAN INNOVATIVE ACTIONS per l'innovazione e la qualità della vita nelle città

Sala: Sala 9

L’Italia è il paese in Europa con la più massiccia partecipazione ai principali programmi di supporto allo sviluppo urbano sostenibile. In che modo URBACT e UIA stanno contribuendo a rilanciare nuove forme integrate e partecipate di sviluppo urbano? L’incontro punta a condividere esperienze realizzate dalle città italiane del programma e a favorire la partecipazione di un numero sempre più ampio di amministrazioni nei programmi di innovazione realizzati a partire dalle 26 città attualmente impegnate in URBACT e Urban Innovative Action, oltre alle decine di città che hanno presentato buone pratiche che faranno da riferimento alle politiche urbane europee del futuro.

Tra i 17 Sustainable Development Goals - strettamente correlati l'uno con l'altro - il focus, in questo evento, sarà sull'obiettivo 11, "Città e comunità sostenibili", ma parleremo anche di "Ridurre le disuguaglianze" e "Innovazione e onfrastrutture".

Programma dei lavori

Apertura dei lavori

d'Antonio
Simone d'Antonio al convegno: "L’Europa concreta: gli strumenti URBACT e URBAN INNOVATIVE ACTIONS per lo sviluppo urbano sostenibile" - FORUM PA 2017
Simone d'Antonio Addetto stampa e responsabile comunicazione - Cittalia - Fondazione Ricerche dell’Anci Biografia Vedi atti

Giornalista, si occupa di città e politiche urbane europee e globali a partire dal 2006, lavorando prima a Bruxelles presso l’ufficio stampa della Fondazione europea delle città Anci Ideali ed impegnandosi poi in Italia nei campi della comunicazione e della ricerca urbana per la Fondazione ricerche dell’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) Cittalia e per l’ANCI, dove lavora attualmente. 
Laureato in Relazioni internazionali e diplomatiche con specializzazione in Studi Europei all’Orientale di Napoli, ha curato la comunicazione di numerosi progetti e programmi europei dedicati ai temi della sostenibilità urbana, dell’inclusione e dell’innovazione sociale: tra questi il programma URBACT, di cui è esperto tematico su governance e sviluppo urbano integrato, e coordina le attività del National Point del programma per l’Italia.
Collabora con numerose testate internazionali, tra cui The Guardian, The Atlantic-CityLab, Citiscope, CityMetric e The Good Life, e testate nazionali come Il Sole 24 Ore oltre che come blogger per l’edizione italiana di Huffington Post. Suoi articoli sono stati pubblicati anche su Repubblica, Manifesto, Wired, Il Denaro e Corriere delle Comunicazioni.
Promotore dei temi del giornalismo urbano a livello globale, ha collaborato alla realizzazione del programma Urban Journalism Academy, promosso dall’Onu in concomitanza con la conferenza mondiale Habitat III, e in qualità di speaker nell’ambito degli incontri tematici e preparatori organizzati in diverse parti del mondo (Sudafrica, Emirati Arabi, Indonesia, Spagna e Habitat III a Quito in Ecuador). 
Sulle tematiche dell’innovazione urbana e nel giornalismo ha partecipato come relatore a decine di incontri ed eventi in Italia, Europa e Asia

Chiudi

Acreman
Barbara Acreman al convegno: "L’Europa concreta: gli strumenti URBACT e URBAN INNOVATIVE ACTIONS per lo sviluppo urbano sostenibile" - FORUM PA 2017
Barbara Acreman Dirigente, Direzione generale per lo sviluppo del territorio, la programmazione ed i progetti internazionali - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Biografia Vedi atti

Barbara Acreman è dirigente della 5 Divisione della Direzione Generale per lo Sviluppo del Territorio, la Programmazione ed i Progetti Internazionali del Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti. In particolare segue i lavori relativi al Piano Città, alle Aree Interne, alla macroregione Adriatico – Ionica, ai programmi e progetti di reti a servizio delle città (Urbact), al programma di iniziativa comunitaria ESPON 2013 e alla gestione della “Rete delle Città Urban Italia”.

Chiudi

Città e Comunità Sostenibili: da Habitat III all'Agenda Urbana Nazionale

Curcuruto
Anna Maria Curcuruto al convegno: "L’Europa concreta: gli strumenti URBACT e URBAN INNOVATIVE ACTIONS per lo sviluppo urbano sostenibile" - FORUM PA 2017
Anna Maria Curcuruto Assessore, Pianificazione territoriale - Urbanistica, Assetto del Territorio, Paesaggio, Politiche Abitative​ - Regione Puglia Biografia Vedi atti

Nata il 14 maggio 1950 a Brindisi è laureata in Architettura all’Università “La Sapienza” di Roma dove inizia la sua attività accademica e professionale.
E’ scritta all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Bari e all’Albo regionale dei Collaudatori della Regione Puglia. È assessore regionale tecnico all’urbanistica.
Dal 1975 al 1980 ha svolto attività didattica e di ricerca presso l’Istituto di Scienza e Tecnica delle Costruzioni della facoltà di Architettura, Università “La Sapienza” di Roma, specializzandosi nel campo del calcolo strutturale presso l’A.I.C.A.P. di Roma ed il Centro Internazionale di Scienze Meccaniche di Udine. Dal 1975 al 1983 ha insegnato Tecnologia delle Costruzioni in vari istituti Tecnici per Geometri di Roma, Barletta e Bari. Ha insegnato anche Tecnologia delle Arti Applicate e Discipline Geometriche e Architettoniche all’Istituto Statale d’Arte e Storia dell’arte al liceo classico di Bari.
Dal 1983 al 1996 Capo ufficio tecnico dei lavori pubblici e urbanistica presso il Comune di Capurso, nel 1999 direttore del Settore concessioni edilizie presso la Ripartizione territorio e qualità edilizia del Comune di Bari. Nel 2005 ha assunto la direzione della Ripartizione, nonché l’incarico di Coordinatore dell’Area Tecnica Servizi al Territorio, poi unificata e diretta con continuità fino a maggio 2015. 
E’ stata docente incaricata a contratto nel Corso di laurea specialistica in Architettura della Facoltà di Architettura del Politecnico di Bari.

Chiudi

Atti di questo intervento

02_sc04_curcuruto_annamaria.mp3

Chiudi

URBACT e UIA nelle città italiane: stato dell'arte e prospettive

d'Antonio
Simone d'Antonio Area Studi e Ricerche - ANCI Biografia

Giornalista, si occupa di città e politiche urbane europee e globali a partire dal 2006, lavorando prima a Bruxelles presso l’ufficio stampa della Fondazione europea delle città Anci Ideali ed impegnandosi poi in Italia nei campi della comunicazione e della ricerca urbana per la Fondazione ricerche dell’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) Cittalia e per l’ANCI, dove lavora attualmente. 
Laureato in Relazioni internazionali e diplomatiche con specializzazione in Studi Europei all’Orientale di Napoli, ha curato la comunicazione di numerosi progetti e programmi europei dedicati ai temi della sostenibilità urbana, dell’inclusione e dell’innovazione sociale: tra questi il programma URBACT, di cui è esperto tematico su governance e sviluppo urbano integrato, e coordina le attività del National Point del programma per l’Italia.
Collabora con numerose testate internazionali, tra cui The Guardian, The Atlantic-CityLab, Citiscope, CityMetric e The Good Life, e testate nazionali come Il Sole 24 Ore oltre che come blogger per l’edizione italiana di Huffington Post. Suoi articoli sono stati pubblicati anche su Repubblica, Manifesto, Wired, Il Denaro e Corriere delle Comunicazioni.
Promotore dei temi del giornalismo urbano a livello globale, ha collaborato alla realizzazione del programma Urban Journalism Academy, promosso dall’Onu in concomitanza con la conferenza mondiale Habitat III, e in qualità di speaker nell’ambito degli incontri tematici e preparatori organizzati in diverse parti del mondo (Sudafrica, Emirati Arabi, Indonesia, Spagna e Habitat III a Quito in Ecuador). 
Sulle tematiche dell’innovazione urbana e nel giornalismo ha partecipato come relatore a decine di incontri ed eventi in Italia, Europa e Asia

Chiudi

Le tre dimensioni della sostenibilità urbana nell'azione delle città italiane

Cutro
Donatella Cutro al convegno: "L’Europa concreta: gli strumenti URBACT e URBAN INNOVATIVE ACTIONS per lo sviluppo urbano sostenibile" - FORUM PA 2017
Donatella Cutro Assessore all'Agenda Urbana - Comune di Potenza Vedi atti

Atti di questo intervento

04_sc04_cutro_donatella.mp3

Chiudi

Curcuruto
Anna Maria Curcuruto Assessore, Pianificazione territoriale - Urbanistica, Assetto del Territorio, Paesaggio, Politiche Abitative​ - Regione Puglia Biografia

Nata il 14 maggio 1950 a Brindisi è laureata in Architettura all’Università “La Sapienza” di Roma dove inizia la sua attività accademica e professionale.
E’ scritta all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Bari e all’Albo regionale dei Collaudatori della Regione Puglia. È assessore regionale tecnico all’urbanistica.
Dal 1975 al 1980 ha svolto attività didattica e di ricerca presso l’Istituto di Scienza e Tecnica delle Costruzioni della facoltà di Architettura, Università “La Sapienza” di Roma, specializzandosi nel campo del calcolo strutturale presso l’A.I.C.A.P. di Roma ed il Centro Internazionale di Scienze Meccaniche di Udine. Dal 1975 al 1983 ha insegnato Tecnologia delle Costruzioni in vari istituti Tecnici per Geometri di Roma, Barletta e Bari. Ha insegnato anche Tecnologia delle Arti Applicate e Discipline Geometriche e Architettoniche all’Istituto Statale d’Arte e Storia dell’arte al liceo classico di Bari.
Dal 1983 al 1996 Capo ufficio tecnico dei lavori pubblici e urbanistica presso il Comune di Capurso, nel 1999 direttore del Settore concessioni edilizie presso la Ripartizione territorio e qualità edilizia del Comune di Bari. Nel 2005 ha assunto la direzione della Ripartizione, nonché l’incarico di Coordinatore dell’Area Tecnica Servizi al Territorio, poi unificata e diretta con continuità fino a maggio 2015. 
E’ stata docente incaricata a contratto nel Corso di laurea specialistica in Architettura della Facoltà di Architettura del Politecnico di Bari.

Chiudi

Mosconi
Raoul Mosconi al convegno: "L’Europa concreta: gli strumenti URBACT e URBAN INNOVATIVE ACTIONS per lo sviluppo urbano sostenibile" - FORUM PA 2017
Raoul Mosconi Assessore al Welfare - Comune di Forlì Vedi atti

Atti di questo intervento

05_sc04_mosconi_raoul.mp3

Chiudi

Troia
Valeria Troia al convegno: "L’Europa concreta: gli strumenti URBACT e URBAN INNOVATIVE ACTIONS per lo sviluppo urbano sostenibile" - FORUM PA 2017
Valeria Troia Assessore all'Innovazione e Smart City - Città di Siracusa Biografia Vedi atti

Valeria Troia . classe 1981, Assessore del Comune di Siracusa all’Innovazione e modernizzazione, Pubblica istruzione e politiche educative, Infanzia, Pari opportunità, Politiche giovanili e Beni comuni.

Laureata in Pedagogia con un Master in Progettazione Europea, consulente in Europrogettazione per Enti Locali ed Enti privati, giovane imprenditrice nel settore delle Energie rinnovabili, Coordinatrice del forum provinciale del PD sui Beni Comuni, selezionata da Anci per la quarta edizione di FORSAM Corso per giovani amministratori locali. Entra in giunta nel 2014, come Assessore tecnico, nello specifico per seguire tutta la parte progettazione e attrazione fondi comunitari sull’area Smart City, durante il mandato riesce in quest’area a sviluppare i seguenti progetti:

  • AGIRE P.O.R. 2007-2013 Gemellaggio per scambio di buone pratiche sulla mobilità sostenibile - Perugia-Siracusa “Verso la Smart City”;
  • Programma Europeo URBACT – PILOT – Transfer Network Progetto GeniUS. Il metodo GeniUS è costituito da attività che si svolgono online, e da attività offline. Nella sua parte online, è una piattaforma aperta a tutti, attraverso la quale la comunità è chiamata a condividere idee su come affrontare le sfide che la città ed i suoi abitanti si pongono, incoraggiando e sviluppando modalità nuove e creative. GeniUS è un forum online in cui tutti possono avere una voce ed essere attivamente coinvolti nelle soluzioni a sfide specifiche della città, per migliorare la vita di tutti;
  •  “Smart Cities Living Lab” – Premio CNR-ANCI, che ha permesso alla città di dotarsi di soluzioni Smart nel territorio comunale. Il progetto ha visto l’installazione di diversi dispositivi con l’intento di digitalizzare il suolo cittadino attraverso servizi di Digital Advertising a cittadini e turisti e di fornire connettività tramite hot-spot wi-fi e sistemi ultraband 4G LTE di Telecom Italia. Inoltre la piattaforma Smart consentirà di telecontrollare e telegestire, tramite applicativi Web-based, parte dell’impianto di illuminazione pubblica, ottenendo cospicui risparmi sia energetici che manutentivi. Il progetto è finalista al Premio “Smart Communities” allo SMAU 2014.
  • P.O.I. Energia progetto “Siracusa SmaRt” di efficentamento energetico che ha permesso la fornitura e l’installazione di lampade led (sia semaforiche che nell’illuminaziomne pubblica di Ortigia) e la creazione di un parcheggio con pensiline fotovoltaiche, presso il Tribunale di Siracusa.
  • “Siracusa Smart Lab” Governare attraverso i dati “Creazione di un centro di eccellenza per la Smarter City” . Un incubatore di 18 giovani innovatori, selezionati mediante bando pubblico, da affiancare alla PA, uno spazio dedicato alla ricerca/gestione/progettazione di innovazione tecnologica e di politiche di innovazione urbana.
  •  PRISMA progetto finanziato dal MIUR, per la realizzazione di una piattaforma abilitante grazie al progetto  capace di far dialogare in open data i sistemi smart city e aprirli alla partecipazione del territorio.

Chiudi

Atti di questo intervento

03_sc04_troia_valeria.mp3

Chiudi

Torri
Rossana Torri al convegno: "L’Europa concreta: gli strumenti URBACT e URBAN INNOVATIVE ACTIONS per lo sviluppo urbano sostenibile" - FORUM PA 2017
Rossana Torri Collaboratrice Segreteria Assessorato Politiche del Lavoro, Attività Produttive, Commercio e Risorse Umane - Comune di Milano Biografia Vedi atti

Architetta, PhD in Sociologia, collabora con il Comune di Milano presso il Settore Innovazione Economica, Smart city e Università sul tema dell'innovazione nelle politiche urbane. E' docente a contratto presso il Politecnico di Milano.

Chiudi

Marzano
Vitandrea Marzano al convegno: "L’Europa concreta: gli strumenti URBACT e URBAN INNOVATIVE ACTIONS per lo sviluppo urbano sostenibile" - FORUM PA 2017
Vitandrea Marzano Comune di Bari Vedi atti

Atti di questo intervento

06_sc04_marzano_vitandrea.mp3

Chiudi

Terzariol
Daniele Terzariol al convegno: "L’Europa concreta: gli strumenti URBACT e URBAN INNOVATIVE ACTIONS per lo sviluppo urbano sostenibile" - FORUM PA 2017
Daniele Terzariol Consigliere Comunale - Comune di San Donà di Piave Vedi atti

Atti di questo intervento

07_sc04_terzariol_daniele.mp3

Chiudi

Occhiuto
Mario Occhiuto al convegno: "L’Europa concreta: gli strumenti URBACT e URBAN INNOVATIVE ACTIONS per lo sviluppo urbano sostenibile" - FORUM PA 2017
Mario Occhiuto Sindaco di Cosenza e delegato ANCI all'urbanistica Biografia Vedi atti

Da giugno 2011 è sindaco di Cosenza. Laureato in architettura a Firenze, guida e coordina l’attività di mOa – mario Occhiuto architetture, spaziando in tutti i campi dell’architettura: dal progetto architettonico ed urbano al progetto ambientale e paesaggistico, fino all’arredamento ed al design. Ciascun progetto nasce da un lavoro di équipe che dalla ricerca e dall’approfondimento dei temi della sostenibilità ambientale, dell’identità culturale e dell’innovazione tecnologica, conduce alla realizzazione di architetture rispettose dell’ambiente e concepite per l’uomo. Partecipa al dibattito contemporaneo attraverso convegni, mostre e pubblicazioni di rilievo nazionale e internazionale sui diversi temi della architettura, con particolare interesse verso la sostenibilità, lo sviluppo urbano, la valorizzazione del paesaggio e la tutela dei beni culturali.
Tra le numerose attività, è stato curatore delle mostre “Visioni Italiane. Architettura e design verso un ambiente sostenibile"-Pechino 2006, "Sustainable Cities in Italian Style" e "Il Giardino all'italiana. Architettura di emozioni", entrambe presso l’Expo Universale di Shanghai 2010, "La Protezione dell'Ambiente in Cina"-Roma 2010. Tra le pubblicazioni, Verso la città sostenibile. L'Esperienza cinese di Huai Rou, Electa 2007 (con F. Butera) e La città accessibile, Alinea Ed., Firenze 1991 (con B. Lentini).
È stato componente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Ambientali presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e membro del Comitato Tecnico Scientifico per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Ministero dei Beni e le Attività Culturali. Membro dell'Unità Tecnica Operativa per i Balcani, istituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, per la ricostruzione dei paesi dell'area balcanica. Professore incaricato nella Facoltà di Ingegneria presso l'Università della Calabria. Presidente dell'Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Cosenza, è menzionato nel Winning Italy 2010, ha ricevuto il Premio Nazionale Laurentius 2010, il Premio “Calabresi nel mondo del lavoro 2010” e il China Trader Award 2008.

Chiudi

Atti di questo intervento

09_sc04_occhiuto_mario.mp3

Chiudi

Conclusioni

d'Antonio
Simone d'Antonio Area Studi e Ricerche - ANCI Biografia

Giornalista, si occupa di città e politiche urbane europee e globali a partire dal 2006, lavorando prima a Bruxelles presso l’ufficio stampa della Fondazione europea delle città Anci Ideali ed impegnandosi poi in Italia nei campi della comunicazione e della ricerca urbana per la Fondazione ricerche dell’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) Cittalia e per l’ANCI, dove lavora attualmente. 
Laureato in Relazioni internazionali e diplomatiche con specializzazione in Studi Europei all’Orientale di Napoli, ha curato la comunicazione di numerosi progetti e programmi europei dedicati ai temi della sostenibilità urbana, dell’inclusione e dell’innovazione sociale: tra questi il programma URBACT, di cui è esperto tematico su governance e sviluppo urbano integrato, e coordina le attività del National Point del programma per l’Italia.
Collabora con numerose testate internazionali, tra cui The Guardian, The Atlantic-CityLab, Citiscope, CityMetric e The Good Life, e testate nazionali come Il Sole 24 Ore oltre che come blogger per l’edizione italiana di Huffington Post. Suoi articoli sono stati pubblicati anche su Repubblica, Manifesto, Wired, Il Denaro e Corriere delle Comunicazioni.
Promotore dei temi del giornalismo urbano a livello globale, ha collaborato alla realizzazione del programma Urban Journalism Academy, promosso dall’Onu in concomitanza con la conferenza mondiale Habitat III, e in qualità di speaker nell’ambito degli incontri tematici e preparatori organizzati in diverse parti del mondo (Sudafrica, Emirati Arabi, Indonesia, Spagna e Habitat III a Quito in Ecuador). 
Sulle tematiche dell’innovazione urbana e nel giornalismo ha partecipato come relatore a decine di incontri ed eventi in Italia, Europa e Asia

Chiudi

Torna alla home