Torna a Eventi FPA

Programma congressuale: disponibili gli atti di tutti gli eventi

Torna alla home

  da 11:45 a 13:30

Istruzione, Università e Ricerca: prospettive di sviluppo sostenibile [ co.16 ]

Sala: Sala 2

Gli Obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite sono una sfida ambiziosa che chiama tutti in causa: Governi, società civile, cittadini.

Ognuna e ognuno deve agire per il cambiamento del modello di sviluppo, tutte e tutti possiamo dare un contributo fondamentale ad un mondo sostenibile dal punto di vista economico, sociale e ambientale: questo è il senso di una nuova cittadinanza globale che coniughi responsabilità e opportunità.

In questa transizione è importante il ruolo che potrà esercitare il MIUR, con un’azione trasversale di supporto ai diversi obiettivi grazie alla definizione di strategie per promuovere una nuova “cultura della sostenibilità” per fare si che tutti i livelli del sapere - dalla scuola, all’università, alle istituzioni AFAM, al mondo della ricerca - siano protagonisti della diffusione di un nuovo approccio, una nuova cultura, di nuove tecnologie e pratiche, per contribuire a un cambio di paradigma che oggi appare fondamentale.

Tra i 17 Sustainable Development Goals - strettamente correlati l'uno con l'altro - il focus, in questo evento, sarà sull'obiettivo 4 "Istruzione di qualità".


In collaborazione con

Programma dei lavori

Registrazione partecipanti

Il servizio di accoglienza verrà svolto dagli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Luigi Einaudi” di Roma

Apertura dei lavori

Gargano
Marcella Gargano al convegno: "Istruzione, Università e Ricerca: prospettive di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2017
Marcella Gargano Vice Capo di gabinetto e Direttore Generale degli uffici di diretta collaborazione - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Biografia Vedi atti

Laureata in Giurisprudenza - Università di Roma LUISS "G. Carli" – avvocato, vincitrice di diversi concorsi pubblici tra cui il corso-concorso della SNA (già SSPA) per dirigenti dello Stato.

Dal 2012 ricopre l’incarico di Vice Capo di Gabinetto e dal 2013 quello di Dirigente Generale degli Uffici di diretta collaborazione del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

Autrice di numerose pubblicazioni su riviste giuridico-economiche e relatrice in diversi convegni, ha coordinato autorevoli gruppi di lavoro istituzionali e interistituzionali.

Gli ambiti di interesse specifico spaziano dalla legislazione universitaria, alla ricerca.

Chiudi

Atti di questo intervento

00_co_16_gargano_marcella.mp3

Chiudi

Intervengono

Mancini
Marco Mancini al convegno: "Istruzione, Università e Ricerca: prospettive di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2017
Marco Mancini Capo del Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Biografia Vedi atti

E’ professore ordinario di “glottologia e linguistica”. Dal 5 agosto 2013 è Capo del Dipartimento per l'Università, l'Alta Formazione artistica musicale e coreutica e per la ricerca del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.
Membro del Consiglio d’Amministrazione dell’ateneo della Tuscia dal 1991 al 1994, come rappresentante dei professori associati, Preside della facoltà di lingue e letterature straniere dell’Università della Tuscia (1996-1999), Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia (1999-2013) e Presidente del coordinamento regionale delle Università del Lazio (C.R.U.L.) dove sono riuniti gli undici atenei regionali, statali e non statali (2002-2006).
Segretario Generale della C.R.U.I.-conferenza dei rettori delle università italiane (2006-2011), Presidente della commissione biblioteche della C.R.U.I. (2010-2011) e membro del Consiglio di Amministrazione della FONDAZIONE C.R.U.I. (2006-2011). Presidente del comitato di settore dell’Università presso l'Aran-Agenzia Nazionale per la contrattazione (2006-2011).
Componente del gruppo di lavoro per i rapporti tra Ministero dell’Università e Ministero della Pubblica Istruzione occupandosi della redazione di una nuova normativa per l’accesso alla carriera dell’insegnamento secondario (2006-2008).
Componente delle commissioni per il voto elettronico e per la ripartizione dei fondi ai consorzi universitari presso il MIUR (2009-2010).
Membro della commissione nazionale italiana per l’UNESCO, l’organismo di rappresentanza italiano per le politiche di promozione e di valorizzazione del patrimonio culturale a livello mondiale (2007-2013).
Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (C.R.U.I.) e della fondazione C.R.U.I. (2011-2013). Presidente del Consorzio “Università per Civitavecchia” (2008-2013); Presidente del Comitato tecnico-scientifico della “Sabina Universitas” di Rieti ove funzionano realtà didattico-formative in congiunto con la “Sapienza” di Roma (2009-2013).
Consigliere d’Amministrazione (dal 2008 al 2011) e Presidente del “Parco scientifico e tecnologico dell’alto Lazio” dal 2011 al 2012.
Membro del nucleo di valutazione della Scuola Normale Superiore di Pisa (2011-2013);
Componente eletto del Comitato tecnico-scientifico dell'IS.I.A.O.-Istituto Italiano per l’Africa e per l’Oriente (2005-2011) e Presidente dell'IS.I.A.O. dopo essere stato eletto Componente del Consiglio di Amministrazione (2011).
Membro del Comitato Consultivo dal 2011 al 2013 e Vice-presidente dell'A.N.V.U.R.-Agenzia Nazionale per la Valutazione dell'Università e La Ricerca ex art. 11 del D.P.R. 76/2010 nel 2013.
Membro dello 'High Level Panel On The Socio-Economic Benefits Of Europeaean Research Area (ERA)' (2011). Membro del Comitato Nazionale di Coordinamento del Servizio Bibliotecario Nazionale secondo il protocollo d'intesa tra il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, il Presidente dell'unione Province d'Italia e il Presidente dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani del 31-7-2009 (2011-2013).
Vice-presidente del comitato tecnico-scientifico del Cotec, fondazione per l'innovazione tecnologica (2012-2013). Membro del Consiglio di Amministrazione dal 2016.
Membro della Commissione Ministeriale per il Riordino delle Università Telematiche (d.m. 3.6.2013). Membro del comitato tecnico-scientifico del 'Progetto TalmÅ«d' istituito dal MIUR con la collaborazione del CNR (2013-2016). Si è dimesso dal comitato tecnico-scientifico con nota prot.715 del 9/6/2016.
Membro del Consiglio Scientifico della Scuola Storica Nazionale per l'edizione delle fonti narrative (istituto storico italiano per il medioevo) dal 2014.
Rappresentante del MIUR nell'Assemblea del Consorzio 'Almalaurea' (dal 2014). Rappresentante del MIUR nel Consiglio d'Amministrazione dell'Associazione «Uni-Italia» (dal 2014); Rappresentante del MIUR nel Consiglio d'Amministrazione della Scuola Archeologica Italiana di Atene (dal 2015);
Rappresentante del MIUR nel Consiglio d'Amministrazione della società 'Dante Alighieri' (nota Ministro 25210 del 22.9.2016); Rappresentante MIUR nella Commissione Nazionale Italiana Unesco (decreto direttore generale per la promozione del Sistema Paese, n. 4964 del 14.11. 2014);
Componente del Comitato d'Indirizzo per lo sviluppo e l'attuazione di un'Agenda Internazionale del MIUR (D.M. 378 del 9.6.2016).
Nel 2007 è stato insignito dal Presidente della Repubblica Italiana del titolo di Grand’Ufficiale al merito della Repubblica Italiana.

Dal 2010 è socio corrispondente dell'Accademia Nazionale dei Lincei. Dal 2015 è socio nazionale.

Dal 2012 è socio corrispondente non residente dell'Istituto Lombardo di Scienze e Lettere.

Chiudi

Atti di questo intervento

01_co_16_mancini_marco.mp3

Chiudi

De Pasquale
Rosa De Pasquale Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Biografia

Capo Dipartimento per il Sistema educativo di istruzione e formazione, ha rivestito incarichi a livello politico e amministrativo.

Relatrice in numerosi convegni nazionali e internazionali, ha coordinato autorevoli gruppi di lavoro istituzionali interistituzionali.

La legislazione scolastica, europea , la cittadinanza attiva sono gli ambiti di interesse specifico

Chiudi

Biondi
Giovanni Biondi: "L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile Obiettivo 4: l’istruzione di qualità" - FORUM PA 2017
Giovanni Biondi Presidente - INDIRE Biografia Vedi atti

Per lungo tempo direttore generale di INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa), dal 2009 al 2013 è stato Capo del Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane e finanziarie del MIUR; dal 2013 è presidente di INDIRE.

Ha fatto parte di numerosi organismi internazionali e dal 2009 è chairman di EUN (European Schoolnet), network costituito da 30 ministeri dell’educazione europei.

Nato nel 1951, ha iniziato la sua carriera come insegnante nel 1971; si è laureato in Storia Moderna presso l’Università degli Studi di Firenze nel 1975 e ha collaborato per alcuni anni con l’Università di Firenze; nel 1979 ha vinto il concorso per Dirigente scolastico.

Fin dal 1980 ha seguito come responsabile del settore elaborazione dati lo sviluppo della BDP (Biblioteca di Documentazione Pedagogica), l’Istituto di cui è stato direttore generale dal 1992 al 2000 e dal quale è poi nato INDIRE. Ha curato la progettazione e lo sviluppo delle prime banche dati sul sistema scolastico italiano e, nel 1985, della rete nazionale di documentazione pedagogica. Già negli anni ottanta ha dato vita alle prime iniziative di telematica per la scuola attraverso le reti pubbliche, progettando tra l’altro il primo sito del Ministero dell’Istruzione. Si occupa di nuove tecnologie nella didattica fin dal 1983, anno in cui, su incarico dell’Università «Cattolica» di Milano, ha tenuto uno dei primi corsi in Italia sul linguaggio di programmazione Logo.

Professore presso diversi atenei italiani e università straniere ha svolto lezioni all’interno di master e corsi di specializzazione. Ha collaborato con enti di ricerca e numerose organizzazioni nel mondo, tra le quali ETS (Educational Testing Service) e UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization), seguendo fin dal 1985 diversi progetti di collaborazione internazionale.

Nel 1985 diviene Capo dell’Unità italiana di Eurydice e, dal 1988 al 1995, è rappresentante italiano presso il Consiglio d’Europa per il progetto EUDISED, il sistema europeo di documentazione e informazione per l’istruzione. Nel 1995 è direttore dell’Agenzia italiana di Socrates e l’anno dopo è tra i fondatori di EUN, consorzio all’interno del quale ricopre numerosi e rilevanti incarichi. Ha svolto le funzioni di project manager in molteplici progetti finanziati dall’Unione europea e dal 1996 al 1998 è stato responsabile tecnico della banca dati Ortelius, il primo database ufficiale sull’istruzione superiore in Europa.

Ha seguito lo sviluppo di programmi sperimentali quali quelli di automazione basati sul software CDS/ISIS, software per sistemi di conservazione e recupero dell’informazione (per conto di UNESCO), realizzando tra l’altro attività di formazione anche per organizzazioni internazionali come la FAO (Food and Agriculture Organization).

Nel 2001 progetta PuntoEdu, ambiente elearning per la formazione dei docenti neoassunti; dopo questa prima positiva e rilevante esperienza, PuntoEdu si è espanso fino a diventare una delle piattaforme elearning più vaste del mondo.

Ha svolto numerosi incarichi in seno a comitati scientifici ed editoriali ed ha ricoperto il ruolo di direttore in alcune riviste del settore scientifico e di educazione comparata. Tra questi, è stato:

  • membro del comitato di direzione di «Formazione e Innovazione», rivista edita dal CUD (Consorzio per l’Università a Distanza);
  • membro del comitato scientifico del Bollettino dell’IRRSAE Toscana;
  • direttore di «Ortelius Report», edito da Giunti Multimedia;
  • direttore di «Educazione Comparata», rivista di educazione e cultura comunitaria e internazionale;
  • membro del comitato editoriale di «Iter», rivista dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani;
  • membro del comitato scientifico di «Dirigenti e Scuola», rivista edita da La Scuola;
  • membro del comitato di direzione di «Magellano», rivista edita da Giunti-OS.

È componente del nucleo di start up e coordinamento per l’attuazione del Sistema Nazionale di Valutazione (MIUR, decreto prot. n. 593 del 17/07/2014) e membro del comitato ordinatore della IUL (Italian University Line). È stato componente del Consiglio d’Amministrazione del consorzio interuniversitario CINECA di cui è rappresentante INDIRE nel Consiglio consortile.

È autore di numerose pubblicazioni, molte delle quali inerenti le ICT per l’innovazione della scuola e degli ambienti formativi.

Chiudi

Manfredi
Gaetano Manfredi al convegno: "Istruzione, Università e Ricerca: prospettive di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2017
Gaetano Manfredi Presidente - CRUI - Conferenza dei Rettori delle Università Italiane Biografia Vedi atti

Prof. Gaetano Manfredi, Presidente Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI)

Laurea in Ingegneria nel 1988 presso la Facoltà d'Ingegneria dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II" con la votazione di 110/110 e lode.

Dottore di Ricerca in Ingegneria delle Strutture (V ciclo).Borsa di Studio Post-dottorato nel 1994.

Ricercatore in Tecnica delle Costruzioni dal 1995 al 1998.

Professore Associato in Tecnica delle Costruzioni dal 1998 al 2000.

Professore Ordinario in Tecnica delle Costruzioni presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Napoli Federico II dal 2000 ad oggi

Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II dal 2014 ad oggi

Attività scientifica

- Autore o curatore di 9 libri ed oltre 400 lavori scientifici pubblicati su rivista o presentati a congressi nazionali ed internazionali; h-factor 33 (Google Scholar) 22 (Scopus) 19 (ISI Web of Science)

- Svolge attività di ricerca di tipo teorico e sperimentale prevalentemente nei seguenti campi: comportamento non lineare di strutture in c.a., comportamento non lineare di strutture composte acciaio-calcestruzzo, comportamento sismico di strutture murarie, strutture in materiale polimerico e composito, rischio sismico di impianti industriali, sistemi di monitoraggio avanzati, vulnerabilità e riabilitazione dei beni culturali, innovazione tecnologica nell’ingegneria strutturale.

- Coordinatore e Responsabile di numerosi progetti scientifici finanziati dalla Comunità Europea, dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica, dal Ministero delle Attività Produttive, dal CNR, dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e da Aziende e Centri di ricerca Nazionali ed Internazionali

- Membro dell’Editorial Board di Journal of Composites for Costructions dell’ASCE (American Society of Civil Engineering), di Structural Concrete, di European Journal of Civil and Environmental Engineering

- Revisore editoriale per numerose riviste scientifiche internazionali tra cui Journal of Earthquake Engineering, Computer and Structures, Structural Engineering and Mechanics, Earthquake Spectra, Earthquake Engineering and Structural Dynamics, Engineering Structures, International Journal of Architectural Heritage, ACI-Structural Journal, Soil Dynamics and Earthquake Engineering, ASCE-Journal of Composites for Construction.

Altri incarichi

- Esperto del Ministero dell’Università e della Ricerca per il sostegno alla ricerca scientifica (D.L. 297/99)

- Membro dell’Accademia Pontaniana e della Società Nazionale di Scienze, Lettere e Arti in Napoli

- Nell’ambito del CEN (Comitato Europeo di Normazione) è stato membro esperto del Working Group 4 "Prestandard of EC8 for Composite Structures”.

- Nell'ambito della FIB (Federation Internationalle du Beton) è stato membro del WG 7.1 “Seismic Commission – Assessment of Existing Structures”, WG 7.2 “ Seismic Commission – Displacement Based Design” ed è membro del WG 9.3 “FRP Reinforcement” e del SAG 7 “Assessment and Interventions upon Existing Structures”

- Nell’ambito dell’ISO (International Standard Organization) è stato membro dell’ ISO/TC 71 /SC 6 "Non-traditional Reinforcing Material Materials for Concrete Structures".

- Nell’ambito della RILEM (International Union of Laboratories and Experts in Construction Materials, Systems and Structures) è membro del TC Masonry Strengthening with Composite Materials (MSC)

- Nell’ambito dell’UNI (Ente Italiano di Unificazione) è membro della Commissione Ingegneria Strutturale e della Commissione Beni Culturali - Normal Strutture

- E’ stato membro del Comitato del Dipartimento della Protezione Civile per la revisione dell’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri 20 marzo 2003, n. 3274 “Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica”

- Membro della Commissione del C.N.R. per la stesura delle Linee Guida per l’Impiego dei materiali compositi per scopi strutturali (CNR-DT 200/2004, CNR-DT201/2005, CNR-DT202/2005, CNR-DT203/2006)

- E’ stato membro del Gruppo di Lavoro tra il Dipartimento della Protezione Civile e il Dipartimento per i Beni Culturali e Paesaggistici (Direzione Generale per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali), in attuazione del Decreto Interministeriale 23 maggio 2005, finalizzato all’elaborazione delle Linee Guida per l’applicazione al patrimonio culturale della normativa tecnica di cui all’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri 20 marzo 2003, n. 3274

- E’ stato membro del Gruppo di Lavoro del Consiglio Superiore del Lavori Pubblici per la redazione delle Norme Tecniche per le Costruzioni - D.M. 14/01/2008 – ed annessa Circolare relativamente alle Costruzioni Esistenti.

- E’ stato membro del Gruppo di Lavoro del Consiglio Superiore del Lavori Pubblici per la redazione delle Linee Guida per la Progettazione, l’Esecuzione ed il Collaudo di Interventi di Rinforzo di strutture di c.a., c.a.p. e murarie mediante FRP.

- E’ membro della Commissione di Revisione NTC2008 (già Cabina di Regia NTC2008)

Chiudi

Atti di questo intervento

05_co_16_manfredi_gaetano.mp3

Chiudi

Inguscio
Massimo Inguscio al convegno: "Istruzione, Università e Ricerca: prospettive di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2017
Massimo Inguscio Presidente - CNR Biografia Vedi atti

Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), del quale aveva già diretto il Dipartimento di Scienze Fisiche, membro dell'Accademia Nazionale dei Lincei, è stato presidente dell’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRIM). Gli è stato conferito il titolo di Cavaliere della Legione d’Onore della Repubblica Francese; ha ricevuto il premio Enrico Fermi della Società Italiana di Fisica; l’Herbert Walther Award dell’Optical Society of America e della Società Tedesca di Fisica ed è stato inserito nella lista Thomson-Reuters delle “most influencial scientific minds” per la sua attività di ricerca in fisica atomica quasi allo zero assoluto presso il LENS-Laboratorio Europeo di Spettroscopia Nonlineare dell’Università di Firenze, di cui è stato direttore.

L’attività scientifica di Massimo Inguscio è nel campo della ricerca fisica sperimentale, in particolare negli ambiti di: fisica atomica; fisica molecolare; ottica classica e quantistica; interazione radiazione–materia; spettroscopia; metrologia; raffreddamento laser; simulazione quantistica con gas atomici ultrafreddi; sviluppo di strumentazione spettroscopica e metrologica per la fisica e per la chimica. Fra i risultati più importanti della sua ricerca vi sono: test sperimentali della teoria dell’elettrodinamica quantistica (QED) della struttura fine dell’elio (per la determinazione accurata della costante di struttura fine) e delle proprietà di simmetria delle molecole; la prima condensazione di Bose-Einstein (BEC) ottenuta in Italia con atomi di rubidio; l’invenzione della tecnica del raffreddamento simpatetico con specie atomiche diverse; i primi condensati di Bose-Einstein con atomi di potassio (41K and 39K); studi pionieristici di gas bosonici e fermionici in reticoli ottici e dimostrazione del loro utilizzo come sensori di forza accurati con elevata risoluzione spaziale; i primi studi di fisica del disordine con gas ultrafreddi e la prima dimostrazione della localizzazione di Anderson di onde di materia; lo sviluppo di una tecnologia quantistica atomica con le prime dimostrazioni di simulatori quantistici; sviluppo di tecniche e strumenti per la spettroscopia, per la metrologia e per la ricerca scientifica multidisciplinare e di frontiera.

Chiudi

Atti di questo intervento

forum_pa_2017___inguscio.pdf

Chiudi

Conclusioni e chiusura dei lavori

Gargano
Marcella Gargano al convegno: "Istruzione, Università e Ricerca: prospettive di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2017
Marcella Gargano Vice Capo di gabinetto e Direttore Generale degli uffici di diretta collaborazione - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Biografia Vedi atti

Laureata in Giurisprudenza - Università di Roma LUISS "G. Carli" – avvocato, vincitrice di diversi concorsi pubblici tra cui il corso-concorso della SNA (già SSPA) per dirigenti dello Stato.

Dal 2012 ricopre l’incarico di Vice Capo di Gabinetto e dal 2013 quello di Dirigente Generale degli Uffici di diretta collaborazione del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

Autrice di numerose pubblicazioni su riviste giuridico-economiche e relatrice in diversi convegni, ha coordinato autorevoli gruppi di lavoro istituzionali e interistituzionali.

Gli ambiti di interesse specifico spaziano dalla legislazione universitaria, alla ricerca.

Chiudi

Atti di questo intervento

06_co_16_gargano_marcella.mp3

Chiudi

Torna alla home